vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Proposta di legge regionale in materia ambientale ed energetica

Più informazioni su

VASTO. “Il territorio e il mare dell’Abruzzo -si legge in una nota dell’assessore comunale vastese Marco Marra- sono interessati da un pesante attacco delle società petrolifere e i permessi “Ombrina 2” in mare, e “ Agnone 1 e 2” sulla terraferma, sono le più recenti testimonianze.

La legittima opposizione di popolo e istituzioni affoga nella palude burocratica e sconta l’impotenza della politica nazionale che ha costruito un mostro: l’UNMIG – l’ufficio che regola i processi amministrativi, assolutamente autonomo.

Lo stesso tentativo di arginare questa deriva, esiziale per il modello di sviluppo abruzzese, attraverso la richiesta di abrogazione dell’articolo 35 dell’ultima Legge-sviluppo (quella del Ministro Passera), per quanto meritorio, non può essere risolutivo.
La storia della legislazione in materia di energia, soprattutto dal 2004  ad oggi, è storia di semplificazioni e di scorciatoie per gli invasori.

Per risolvere il problema è necessario smantellare il presupposto stesso di questa architettura normativa, allontanando lo spettro di raffinerie, piattaforme ed, anche, elettrodotti.
Questo presupposto, stranamente occultato da tutta la politica, è l’articolo 29 del decreto legislativo 112 de 1998, il decreto che ripartiva competenze e funzioni tra i diversi livelli istituzionali, affidando solo allo Stato la “gestione” del mare!

Per cercare di rimuovere questo macigno-conclude Marra- grazie alle prerogative offerte dall’art.121 della Costituzione italiana e dall’art.31 dello Statuto della Regione Abruzzo che consentono di sottoporre alla Regione una proposta di legge da inoltrare alle Camere, i sottoscritti Consiglieri Comunali e provinciali si faranno promotori di presentare una proposta di delibera che indichi il dettato normativo così come in allegato”.

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su