vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Prima edizione dedicata all’orticoltura e al verde urbano

Più informazioni su

VASTO. Ridisegnare l’immagine delle città attraverso gli orti urbani, non solo per restituire il verde ai centri urbani, ma anche per produrre cibi sani e di qualità. È la sfida che Legambiente lancia con la prima edizione di Orti in festa, in programma il week-end del 20 e 21 aprile in tutta Italia.

L’obiettivo è quello di coinvolgere cittadini, studenti e amministrazioni nella diffusione dell’orticultura urbana dedicandosi ad un orto e alla rinaturalizzazione degli spazi verdi abbandonati.

In Abruzzo, a Vasto, l’appuntamento è nel cortile scolastico della scuola paritaria cattolica “Madonna dell’Asilo”, dove, in collaborazione con l’Università delle Tre Età, gli alunni metteranno a dimora giovani piantine di insalata, sedano, prezzemolo e altre orticole dando vita a un piccolo orto di cui si prenderanno cura. La giornata si aprirà con canti, poesie e rappresentazioni dedicate ai frutti della terra e ai quattro elementi: aria, acqua, terra e fuoco.

“Con Orti in Festa – spiega Fausta Nucciarone, presidente del circolo di Vasto – vogliamo rilanciare il valore ambientale, sociale e culturale degli orti, spazi verdi dove i cittadini, attraverso l’uso di metodi di produzioni sostenibili, possono coltivare ortaggi e ortofrutta. La coltivazione amatoriale dell’orto favorisce la coesione sociale e lo scambio di conoscenze e saperi, costituisce una valida risposta al desiderio di “sapere cosa si mangia”, è un’opportunità per investire positivamente il proprio tempo libero ed è una risposta all’eccessiva cementificazione.

Secondo alcuni recenti studi, coltivare un orto o prendersi cura di fiori e piante nei terrazzi o in giardino allunga la vita.

paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su