vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Tradizionale sfilata de "Le Some" e distribuzione delle sagne

Più informazioni su

SAN SALVO. Questa mattina si rinnova a San Salvo la tradizionale sfilata de “Le Some” trattori, un tempo cavalli, attraverseranno tutta la città, partendo da via Alcide De Gasperi, trasportando sacchi di grano da trasformare in farina per la preparazione dei “Taralli” dedicati a San Vitale.

Al termine della sfilata, dopo la benedizione, è prevista la distribuzione de “Le Sagne” ai conducenti dei mezzi che prendono parte alla sfilata ma anche ai cittadini. La tradizione risale al 1745, l’anno in cui le reliquie di San Vitale, donate dal cardinale Pier Luigi Carafa, raggiunsero  da Roma  la chiesa di San Giuseppe in San Salvo.

 La distribuzione delle sagne rievoca i pranzo che il cardinale, commendatario dell’Abbazia dei SS. Vito e Salvo del Trigno, offrì a tutta la popolazione. Le reliquie di San Vitale, custodite in un’urna, sarebbero rimaste da allora nella chiesa arcipretale e il Santo sarebbe divenuto il patrono di San Salvo.

Per molto tempo gli studiosi locali hanno cercato di scoprire il significato delle “Some”, delle “Sagne” e dei “Taralli”. Don Cirillo Piovesan ed Evaristo Sparvieri, sono giunti alla conclusione che “Le Sagne” mentre i “Taralli” stanno  ricordano il pranzo offerto al popolo.

Riti simili a quelli di San Salvo si ritrovano anche a Scerni, dove il patrono,  San Panfilo, viene egualmente festeggiato il 28 aprile.

paoladadamo@vastoweb.com

 

Più informazioni su