vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Dopo il lavoro nei campi la concorrenza straniera si fa posto anche fra i pastori

Più informazioni su

VASTO. “Settembre andiamo …è tempo di migrare“, scriveva il vate raccontando la transumanza dei pastori abruzzesi. Per decenni l’Abruzzo e gli abruzzesi sono stati identificati e accostati automaticamente alla pastorizia. 
Forse anche per questo è seccato ancora di più a tre giovani del Vastese che ogni anno in questo periodo raggiungevano Anversa degli Abruzzi per guadagnare un gruzzoletto con la tosatura, scoprire di essere stati preceduti dai maori.  
Proprio così. Anche fra i pastori abruzzesi ormai ci sono sempre più stranieri, uomini dell’Est, nordafricani e persino maori. Anche perché contrariamente a quanto si pensi la tosatura rende bene. In un giorno si può arrivare a tosare 900 pecore ricavando 200 quintali di lana per un guadagno che si aggira sui 500 euro. 
Comprensibile l’amarezza dei tre vastesi quando nel raggiungere come di consueto i monti d’Abruzzo hanno scoperto di essere stati preceduti da quegli uomini che arrivano da tanto lontano. Anche questo è il segno dei tempi che cambiano.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su