vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vicesindaco Spadaccini dimissioni vere o cambio di casacca?

Più informazioni su

VASTO. Tra i pare, i si dice, i sembrerebbe  ed i “c’è tempo” qualcosa forse si muove all’interno della maggioranza dell’amministrazione comunale di Vasto, in preda da settimane ad una crisi di sopravvivenza. Sembra infatti che il vice sindaco ed assessore, Antonio Spadaccini, abbia rassegnato le proprie dimissioni, nelle mani del sindaco Luciano Lapenna.

La verità è che queste dimissioni sono nelle mani del sindaco da svariati mesi, ma che il temporeggiatore Lapenna non le abbia rese operative, animato dalla sua proverbiale flemma e che lo stesso Spadaccini si aspettasse una levata di scudi da parte di tutta la maggioranza in suo favore, cosa che puntualmente, non si è verificata.

L’Assessore dimissionario sapeva benissimo che la sua posizione di debolezza politica dopo il disfacimento dell’IDV e che i suoi ammiccamenti al partito di Tabacci bocciato sonoramente in Abruzzo, ne avevano ancor più svilito il ruolo politico. Ingenuamente ha creduto, il primario, che bastasse una indubbia caratura professionale per salvarsi in quel mare infestato di squali che è la politica, basta pensare a quanti professionisti di successo, quello vero, se ne occupino oggi nella nostra città.

Così come ingenuamente oggi vengono sussurrate delle giustificazioni quali gli impegni professionali o dall’ essere spaesato in un mondo del quale si ha scarsa dimestichezza. Queste cose abitualmente una persona responsabile le conosce perfettamente prima di cimentarsi nell’agone politico, per poi resistere e resistervi, a costo non di compromesso ma di grandi sacrifici personali.

Il sindaco Lapenna dovrà accettare queste dimissioni perché gli fanno comodo e non lo costringono ad esonerare un amico di famiglia per andare poi ad inserire in giunta un socialista, cosa che da queste colonne lo avevamo invitato a fare non quale fatto supinamente subito, ma di propria iniziativa, obbligando i socialisti stessi a stare in giunta per condividere le responsabilità ed il destino di una maggioranza che non possono consentirsi di minacciare di destabilizzazione ad ogni piè sospinto.

Unica notazione che potrebbe essere non ingenua, ma che pure rimbalza nei gossip politici della città,  è che potremmo trovarci l’ex assessore Spadaccini alle prossime amministrative schierato nel centrodestra, sempre che non siano diventati meno gravosi i pressanti impegni professionali che oggi lo restituiscono, a tempo pieno, all’ospedale San Pio da Pietrelcina.

Paola D’Adamo    paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su