vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Abuso edilizio nel lussuoso complesso residenziale, il Comune assolto

Più informazioni su

VASTO. E’ arrivata al capolinea con la  sentenza emessa dal Tribunale di Vasto, il primo corso giudiziario della vicenda “Itaca”. Il verdetto dei giudici è stato di quattro condanne per abuso edilizio in area sottoposta a vincolo idrogeologico e otto assoluzioni. Al processo di primo grado a carico dei responsabili del presunto abuso edilizio di località Costa Contina, a metà strada fra la città alta e la riviera probabilmente seguirà quello d’appello.  
Il Tribunale di Vasto ha assolto il Comune, i proprietari privati e diversi rappresentati della ditta costruttrice ed ha invece condannato due rappresentanti dell’impresa, il committente e il direttore dei lavori a pene che vanno da 2 a 7 mesi e multe che oscillano da 1.200 a 13mila euro. Il presidente del Tribunale, Antonio Sabusco ha anche ordinato la demolizione delle parti realizzate illegalmente. Nessun provvedimento per gli acquirenti, rappresentati dall’avvocato Arnaldo Tascione perchè hanno acquistato gli immobili in buona fede. 
La sentenza  ha sostanzialmente accolto le richieste del procuratore Francesco Prete. Il legale dell’impresa l’avvocato Giovanni Di Santo è probabile che decida di impugnare la sentenza davanti alla Corte aquilana. La vicenda va avanti da ben 8 anni. Secondo le accuse la società di costruzioni di Tretola Ducenta (Caserta) avrebbe realizzato alcune opere prima che venisse approvata e rilasciata dal Comune la variante in sanatoria. 
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su