vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

C'è crisi, colpa del malocchio: attenzione ai truffatori

Più informazioni su

VASTO. Manca il lavoro, la testa fa male, l’amore delude: tutta colpa del “malocchio”. La storia insegna. Nei periodi più bui riprende quota la superstizione e i furbacchioni si moltiplicano. Non c’è bisogno di guardare ” Striscia la notizia” per verificare che sempre più spesso davanti ad un problema la gente preferisce attribuire al “malocchio” e all’invidia ogni accadimento negativo. Una credenza all’apparenza innocua ma che può essere sfruttata da persone senza scrupolo che millantano poteri per allontanare il male e attirare il bene. 
E sempre più spesso davanti al supermercato o in stazione venditori improvvisati offrono a prezzi superconvenienti amuleti per allontanare la malasorte. A.S. 75 anni di Vasto ha consegnato del denaro ad una gitana per evitare le maledizioni che la donna aveva indirizzato poco prima ad un’altra pensionata che si era rifiutata di darle l’elemosina. La superstizione cresce contestualmente alla crisi. Non è un caso se in Abruzzo, come in altre regioni italiane, sono sorte associazioni contro la superstizione. 
La Chiesa ovviamente condanna categoricamente questo tipo di atteggiamenti. Le forze dell’ordine invitano i cittadini a non credere ai ciarlatani e soprattutto non consegnare mai denaro agli sconosciuti. Le truffe sono in agguato. I medici consigliano in caso di mal di testa un antidolorifico e se i problemi sono più seri è sempre meglio rivolgersi ad uno specialista. E’ il modo migliore per contrastare la malasorte.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su