vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Omicidio Del Vecchio: il figlio della coppia uccisa a giudizio

Più informazioni su

VASTO. Chiuse le indagini sull’omicidio di Emidio Del Vecchio, 72 anni e Adele Tumini, 68 anni è chiusa. La magistratura vastese ha disposto il rinvio a giudizio con l’accusa di “duplice omicidio volontario aggravato dalla parentela e dalla minorata difesa” per il figlio delle vittime, Marco Del Vecchio, 38 anni.
L’udienza preliminare davanti al Gup è stata fissata all’8 ottobre 2013. Oltre all’accusa di omicidio, l’imputato è accusato anche di altri reati minori fra i quali l’aggressione e le lesioni procurate ai carabinieri al momento dell’arresto. La notizia è stata notificata a Del Vecchio nel carcere di Torino, dove è stato trasferito per permettere all’uomo di essere curato.
La decisione è stata presa dopo l’ultimo colloquio avuto da Del Vecchio con il titolare dell’inchiesta, il pm Enrica Medori, il 5 luglio scorso. Per la prima volta quel giorno l’imputato ha accettato di rispondere alla domande del magistrato. “Il mio cliente ha dichiarato di non ricordare nulla di quello che accadde la sera del 17 novembre 2012 perchè aveva assunto droga e alcol in dosi massicce”, fa sapere il difensore, l’avvocato Raffaele Giacomucci. 
Marco Del Vecchio dal momento dell’arresto ha sempre negato le accuse. “Allora deve dirci dove si trovava mentre i suoi genitori, che erano ben voluti da tutti, venivano massacrati con 111 coltellate”, insiste l’avvocato Gianni Menna, legale di Nicoletta Del Vecchio ,figlia dei due pensionati uccisi e sorella di Marco Del Vecchio. Fu proprio la donna a scoprire l’uccisione dei genitori e ad avvisare i carabinieri. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su