vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Cianci-Costa: intervista doppia ai due bravi portieri del Super Eight amici/nemici

Più informazioni su

VASTO. Si sono sfidati a distanza a suon di provocazioni amichevoli, sul campo con goal dall’area di rigore in partite di allenamento e partite valevoli per il campionato, conquistando premi (Costa ha vinto il premio come miglior portiere Cianci il terzo posto con l’Udinese), con parate decisive e superandosi su tiri di grandi campioni del beach soccer. Matteo Costa e Nicola Cianci, simpatici e forti portieri del Super Eight, che giocano rispettivamente nei Cavalieri del Mare e nell’Udinese Beach Soccer continuano a dirsele…in una divertente intervista doppia.
“Si è conclusa da poco l’esperienza del Super Eight. I momenti più significativi. Cosa ricorderete di più di questo campionato sulla sabbia 2013”. Nicola: “Si è concluso un altro anno bellissimo… Sicuramente il piazzamento sul podio”. Matteo: “Sicuramente ricorderò le prime tre tappe…la tappa finale meglio cancellarla in fretta..peccato che sia andata a finire cosi”.
“Il vostro pensiero al rigore decisivo parato da Nicola che è valso il terzo posto dell’Udinese a fine torneo”. N: “Ne avevo parato già uno prima… Solo che il mio compagno ha sparato altissimo, il secondo ho detto se ora non segna lo ammazzo”. M: “Ero accanto ad un mio amico e stavamo scommettendo tra di noi su chi poteva segnare e chi no, e io ho azzeccato entrambi i rigori falliti dalla Romagna. Ringrazio Nicola che mi ha fatto vincere una bevuta!!!”.
“Sfida sin dall’inizio amichevole tra voi due sul goal fatto come portieri. Costa segna in amichevole, Cianci in partita. Costa vince però il titolo come miglior portiere. La sfida alla fine chi l’ha vinta allora?”. N: “L’abbiamo vinta entrambi… Siamo due vincenti… Lui per un motivo, io per un altro ma comunque entrambi non siamo tornati a casa a mani vuote”. M: “A mio parere l’abbiamo vinta entrambi. Io ho vinto come miglior portiere e ne sono felicissimo, mentre a parer mio se non ci fosse stato Nico con tutte le parate che ha fatto in tutte le tappe l’ Udinese non sarebbe arrivata terza”.
“Difetti e pregi di Costa e Cianci”. N: “Difetti suoi??? Difficile trovarne uno.. Ha i capelli troppo lunghi (ride nrd). Pregi… Calcia veramente bene. I miei li lascio dire a Matteo”. M: “Pregi miei pochi difetti parecchi..Sono solo al mio secondo anno e devo imparare molto. Una cosa però su cui devo assolutamente migliorare è cercare di stare fermo fino all’ ultimo sui tiri rasoterra, per fare in modo di non essere beffato dalla sabbia. Nico ha tantissima reattività. E’ bravissimo tra i pali e anche nelle uscite, è molto coraggioso. Deve imparare secondo me a gestire la palla con i piedi. Se vuoi ti do qualche lezione (ride e dice di scherzare ndr)”.
“Fuori dal campo tanti momenti divertenti. Chi ha vinto dei due lì?”. N: “Senza ombra di dubbio fuori dal campo l’Udinese è arrivata prima… Non avevamo rivali”. M: “Fuori dal campo entrambi. Eravamo in due squadre fantastiche che si sono fuse ogni sera di più e la parola d’ordine era DIVERTIMENTO..”.
“Il giocatore più forte e quello che più vi ha dato fastidio in questo Super Eight. Il più casinista fuori e dentro il campo”. N: “Il più forte è sempre bum bum Carotenuto ma non del torneo a mio avviso entra tra i primi 5 a livello mondiale. Più fastidioso? Hilaire imprevedibile! Casinista? Sansica re della notte… In campo Giovinazzo è un guaio!”. M: “Più forte a mio parere quest’anno è stato Federico Hilaire della Roma, il più fastidioso come sempre Pasquale Carotenuto, l’attaccante italiano più forte del mondo. A mio parere non si riesce a tenere. Il più casinista in campo? Sicuramente io!!! Urlo in continuazione per aiutare i compagni. Fuori dal campo non saprei..ma mi viene da risponderti cosi..Cavalieri, Udinese e Bari. Nessun singolo..ma tre squadre moolto casiniste”.
“Cosa consiglieresti di migliorare o cambiare in vista del prossimo anno al tuo amico/nemico portiere”. N: “I capello riconfermo”. M: “Nico cambia squadra. Vieni con noi così non prendi più goal da me!! (ride ndr)”.
“La prossima sfida?”. N: “ Quest’anno non volevo farti finire a mani vuote e ti ho fatto vincere il miglior portiere. L’anno prossimo è mio e basta!”. M: “Può essere una sola… Arriveremo più in alto di voi il prossimo anno”.
“La canzone che ha caratterizzato la tua esperienza al Super Eight, una canzone che sentivi e che ti ha accompagnato per la durata del torneo?”. N: “Non succederà più..il top!”. M: Back in my life dei Fly Project”.
“La serata più bella delle varie tappe”. N: “Mmmm…tutte belle”. M: Non saprei…forse il White Party con tutte le squadre insieme ad Ostia”.
“La partita che vi ha esaltato di più e perché”. N: “I quarti contro il Viareggio…volevo vincere a tutti i costi!”. M: “Più esaltante Inter-Cavalieri del Mare. Noi sotto 5 a 2 il terzo tempo recuperiamo, pareggiamo ad un secondo dalla fine e poi vinciamo ai supplementari…uno spettacolo”. 
“Calcio sulla sabbia la sfida continua nel calcio a 11?”. N: “Lì non ho rivali (sorride ndr) . Mi spiace per Matteo (sorride ancora ndr.)”. M: “Sfida a 11? Sfortunatamente non posso lanciarla per ora perché credo di operarmi per una ernietta alla schiena che mi sta dando fastidio ogni giorno ormai..quindi niente da fare..altrimenti anche lì avrei detto la mia contro Nicola”. 
“Un saluto nel dialetto del vostro paese all’amico/nemico”. N: “quale Udine o Vasto???(sorride ndr) Gli dire “DIO BON LE DIN CUNN LEN…”.. Ma mi limito ad un “CI VEDEM PREST COMPA”. M: “Dato che in viareggino non saprei come salutarti..ti saluto in portoghese..Boa sorte irmao!!!abraco!!!”. Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com)

Più informazioni su