vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Costruire cavalcavia per ridurre pericolosità nell'attraversamento della Statale16

Più informazioni su

VASTO. I residenti del “Parco dei limoni” e “Fortunato” di Vasto Marina, abitazioni interessate dal transito dei treni circolanti lungo la dorsale adriatica hanno presentato la richiesta di intervento urgente al sindaco di Vasto, Luciano Lapenna ed all’Arta Abruzzo. Il traffico ferroviario , in particolare i convogli merci, nelle ore notturne creano rumori tali da causare palese inquinamento acustico, con conseguente ripercussione sullo stato psico-fisico dei cittadini interessati.

I residenti dei due complessi chiedono che i destinatari della richiesta intervengano opportunamente per eliminare la rumorosità. Inoltre che una volta effettuati i rilievi fonometrici siano installate delle barriere fono-isolanti.

I condomini del complesso “Fortunato” inoltre hanno denunciato all’autorità giudiziaria la grave pericolosità nell’attraversamento della strada statale 16 sud, per raggiungere il marciapiede opposto. “Le strisce pedonali-spiegano i residenti- sono ormai scolorite e pertanto non visibili agli automobilisti. Il semaforo non è funzionante da diversi mesi, nonostante sia stato più volte comunicato alle autorità competenti.

 I veicoli transitano sull’arteria ad una velocità superiore ai limiti previsti dalle normative vigenti tanto da mettere a rischio l’incolumità dei pedoni stessi. Ogni precedente comunicazione relativa alla gravità di quanto descritto –aggiungono i cittadini- è stata inevasa. Chiediamo quindi l’intervento dell’autorità giudiziaria affinché venga garantita l’incolumità dei pedoni e soprattutto alla luce degli ultimi incidenti mortali che si sono verificati nell’ultimo periodo.

A tal fine si rende necessaria la costruzione di un cavalcavia che permetta il più sicuro attraversamento della strada statale da parte dei pedoni evitando ogni problema di circolazione e sicurezza viaria e stradale. 

Si ricorda inoltre –concludono i cittadini- che con istanza del 23 luglio del 2007 le  sei imprese edili, che hanno realizzato i complessi abitativi,  avevano chiesto di poter realizzare un sovrappasso alla statale 16, da eseguirsi cure e spese delle imprese richiedenti, senza alcun onere a carico del bilancio comunale e nell’intesa che l’opera ultimata e collaudata sarà di piena ed esclusiva proprietà del comune di Vasto.

Si rende opportuno inoltre l’installazione anche di apparecchiature autovelox e la presenza costante delle forze dell’ordine”.

Paola D’Adamo  paoladadamo@vastoweb.com

 

 

Più informazioni su