vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sequestro di pesce. La Capitaneria alza il livello di guardia

Più informazioni su

VASTO. Pugno di ferro dell’autorità marittima contro chi non osserva le leggi e le regole. La Capitaneria di porto è decisa ano tollerare più assalti che danneggiano l’ambiente e l’economia locale. Per questo ha potenziato i controlli sia a terra che i mare. Proprio durante un controllo gli operatori del Circomare hanno sorpreso un peschereccio molisano che utilizzava un sistema di pesca vietato in Italia. Il comandante al rientro in porto a Punta Penna è stato multato. Tutto il pescato, le reti e le porte delle reti sono stati sequestrati. 
L’imbarcazione come detto è finita nella rete dei controlli disposta dall’autorità marittima. Il natante è stato fermato poco dopo l’attracco in banchina. Gli uomini del Circomare nel verificare la strumentazione e le attrezzature hanno scoperto che il peschereccio anzichè utilizzare una sola rete, come previsto dal decreto legge del 21 gennaio 2009, impiegava due reti gemelle. Il sistema è vietato in Italia, da qui la multa e il sequestro del pescato. I controlli del Circomare con l’avvicinarsi delle festività di fine anno su disposizione della Capitaneria di porto di Ortona saranno sempre più severi. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su