vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Rapina A14, i presunti componenti della banda a giudizio

Più informazioni su

VASTO. Assalto al portavalori. Cinque rinvii a giudizio: tre con rito ordinario e due con rito abbreviato. Si è conclusa così l’udienza celebrata ieri mattina nell’aula del tribunale di Vasto a carico dei presunti autori della rapina al furgone portavalori della società Aquila di Ortona compiuta il 14 dicembre 2012 fra i caselli di Vasto nord e Vasto sud della A14. 
Simone Di Gregorio, Cono Surace (entrambi residenti a San Salvo) e Antonio Patruno di origine pugliese, saranno giudicati con il rito ordinario dal collegio del tribunale di Vasto il 18 febbraio 2014. Giudizio abbreviato invece il 10 febbraio per Matteo Morra di Cerignola e Vincenzo Costantino. 
I cinque sono accusati di concorso in tentato omicidio aggravato, rapina, detenzione e porto abusivo di armi da guerra e parti di esse, ricettazione e incendio doloso. “Per quanto riguarda Di Gregorio e Surace continuo a sostenere che non presero parte fisicamente all’assalto armato”, insiste l’avvocato Antonello Cerella. 
La posizione più delicata è quella di Morra, 36 anni di Cerignola, titolare di una ditta di autodemolizioni. Su un passamontagna e un paio di guanti di pelle usati per la rapina i Ris hanno isolato tracce di un Dna compatibile con quello di Morra. La rapina fruttò 500mila euro, 270mila vennero recuperati poche ore dopo. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su