vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

I teppisti sigillano Palazzo D'Avalos: incollato il portone

Più informazioni su

VASTO. Teppisti scatenati ad inizio anno. Anno nuovo, nuovi danni alla città. Questa volta nel mirino degli scellerati è finito Palazzo D’Avalos. Il portone d’ingresso dello storico palazzo è stato sigillato. 
Per qualcuno si è trattato di una bravata. Lo scherzo di dubbio gusto è stato messo in atto la notte fra il 1 e il 2 gennaio. Dopo essersi procurati un potente collante, gli autori del gesto hanno sigillato il lucchetto che ferma la catena del portone principale del palazzo. 
A scoprire l’accaduto sono state le famiglie che occupano un’ala dell’immobile storico. Quando hanno provato ad aprire il grosso portone non ci sono riusciti. Dopo vari tentativi andati a vuoto sono stati costretti a chiamare il 115. 
Una volta arrivati sul posto i vigili del fuoco hanno scoperto che il portone era stato “sigillato”. I residenti sono stati “liberati”. Il gesto va ad allungare la sequenza di atti vandalici registrati nel periodo natalizio in città. Questa volta comunque ci sono buone probabilità che gli autori vengano identificati. Il collante che hanno usato non è in vendita ovunque. 
Una telecamera puntata sull’ingresso di Palazzo D’Avalos inoltre potrebbe aver ripreso la scena. I residenti del centro storico sono esasperati dai continui raid. I cittadini invocano una severa punizione. “E’ necessario scoraggiare in qualche modo queste azioni distruttive”, chiedono.  Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su