vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Giunta Lapenna qualcosa si muove e cominciano ad affiorare i nomi

Più informazioni su

VASTO. Ieri sera ennesima riunione indetta dal sindaco Lapenna per cercare una via d’uscita dal pantano amministrativo in cui si è e lo hanno cacciato partiti della maggioranza e principalmente il suo partito democratico. In mattinata delle voci che appaiono infondate avanzavano l’ipotesi che la giunta sarebbe stata riconfermata in toto così come era. Ma l’ipotesi oltre che fantasiosa avrebbe provocato la paralisi amministrativa che c’era con e senza la giunta, ma anche dipinto di ridicolo l’intera classe politica della maggioranza.  Qualcosa si muove e cominciano ad affiorare nomi quali quelli dei consiglieri comunali Francesco Menna e Simone Lembo quali candidati ad entrare nel nuovo esecutivo cittadino. Non certo due piantagrane, indomiti e battaglieri, anzi due fra gli esponenti i più miti per accompagnare ed assecondare Lapenna, la cui personalità necessita di supporto e condiscendenza se vuol arrivare alla fine del mandato. I partiti minori, ha detta del primo cittadino non rappresentano un problema perché, diciamo noi, consci del fatto che se dovessero perdere il convoglio dell’amministrazione, difficilmente avrebbero modo di rientrare da amministratori attivi, a palazzo di città. Il vero problema quindi sta nel PD che addita il sindaco come incapace di prendere decisioni risolutive ed indicare una rotta certa  e che per contro ha sempre rappresentato con le sue varie anime, la vera spina nel fianco di Luciano Lapenna. Il 30 aprile prossimo, salvo proroghe, deve essere approvato il bilancio, pena la decadenza dell’amministrazione ed è questo un termine di legge probabilmente indifferibile, ma dovrebbero chiedersi gli esponenti del PD, i consiglieri comunali di Vasto ed il sindaco Lapenna, quante proroghe potranno chiedere ai cittadini di Vasto alla stagione estiva che è alle porte e rappresenta una delle poche attività produttive cittadine, senza che tutti non solo quelli del Pd, perdano la pazienza. 

Paola D’Adamo   paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su