vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Brillano gli Spartani della palestra Pegaso a Milano. Sugli scudi la Ruggiero. Zaami pronto per New York

Più informazioni su

VASTO. Continuano a brillare i ragazzi della Palestra Pegaso durante gli Spartan Race. Questa volta scenario del percorso Warriors è stata Milano e più precisamente il Castello Sforzesco e Parco Sempione. 
Clima caldo e cinque chilometri (anche se all’arrivo sono risultati in realtà 6,5) con 14 ostacoli artificali e naturali (fango, acqua e fuoco) da superare. 
Ben 3.500 partecipanti e cinque proprio dalla palestra Pegaso di Vasto: Andrea Zaami, Francesco Pracilio, Domenico Nanni, Salvatore Di Bono, Francesca Ruggiero al debutto. Assente illustre questa volta rispetto a Roma Ottavio Franciotti per motivi lavorativi.
“La sua assenza ha fatto dispiacere un pò tutti” spiega Zaami “Ad oggi non abbiamo ancora i tempi individuali perchè ci sono stati dei problemi che ci han detto risolveranno al più presto. Abbiamo però i risultati e la classifica a a squadre. Su 200 ci siamo piazzati al 20esimo posto. Avevamo Francesca al debutto e per lei era anche una responsabilità in quanto il tempo viene preso su tutti e 5 per stilare la classifica a squadre. Nonostante fosse per lei la prima volta è stata grandissima e alla fine noi , giustamente, l’abbiamo portata in trionfo. Momento immortalato anche dallo staff Spartan con una foto. Non dimentichiamo però anche il resto della squadra. Sono stati, siamo stati, tutti molto bravi”.
“Differenza sostanziali tra lo Spartan nella capitale e quello di Milano?”. “Milano è stato un vero successo sotto tutti i punti di vista. Bene l’organizzazione, la location, gli ostacoli. Sono stati inseriti ad esempio fango, acqua e fuoco che a Roma non c’erano. Bene per quanto riguarda le docce, i volontari impeccabili, e bisogna ammetterlo la difficoltà della gara era notevolmente maggiore rispetto alle altre già fatte. Personalmente credo che questa gara più di tutte le altre abbia rappresentato lo spirito degli spartani. Ognuno corre per sfidare sè stesso, durante il percorso ti ritrovi ad aiutare una persona che non conosci a superare l’ostacolo. Il tuo obiettivo è quello di spingere al massimo e non mollare. Volevo ringraziare Francesco che da quando abbiamo iniziato a fare le gare è sempre stato al mio fianco e io al suo. Domenico che è il più grande del gruppo ma ha la grinta di un ventenne. Salvatore, piacevole sorpresa, non molla mai. Francesca, la nostra “Spartana”, vanto della nostra squadra. Ottavio e tutti gli altri che questa volta non ci sono potuti essere”.
“Prossima sfida per i Warriors della Palestra Pegaso?”. “A luglio partirò per New York per partecipare a un corso di formazione e aggiornamento. Parteciperò alla Warrior Dash di New York per cercare di tenere alti i colori della palestra e Vasto”. 
Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com)

Più informazioni su