vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

M5S:D’Alfonso prenda una posizione chiara contro Ombrina Mare

Più informazioni su

VASTO. “Il 29 luglio -sostiene il consigliere regionale vastese Pietro Smargiassi insieme agli altri rappresentanti regionali del M5S- scadranno i termini per presentare osservazioni alla procedura di Autorizzazione Integrata Ambientale avviata dalla Medoilgas Italia s.p.a. sull’istanza di concessione di estrazione idrocarburi liquidi e gassosi del giacimento Ombrina Mare, quello a 6 km dalla Costa dei Trabocchi.
L’Assessore all’Ambiente Mazzocca non si sbilancia e dichiara che la regione “si attiverà per le proprie determinazioni sull’iter di Ombrina Mare 2”. Ci sembrano dichiarazioni troppo generiche da parte dell’assessore competente, come se la questione di Ombrina fosse improvvisa, fosse cosa nuova, come se non fosse una questione contro la quale i cittadini si battono da anni, anche e soprattutto contro l’indifferenza dei partiti. Come se i cittadini non sapessero  che è tempo di passare dalle promesse ai fatti.
Abbiamo ancora in mente le (poco comprensibili) allegorie del candidato Governatore Luciano D’Alfonso che in campagna elettorale prometteva di proteggerci tutti dagli UFO.
Ebbene, quel momento è giunto: D’Alfonso ci protegga e prenda una volta per tutte una posizione chiara, netta e definitiva contro Ombrina Mare.
D’Alfonso (in Regione) e Legnini (in Parlamento) passino dalle chiacchiere ai fatti e il PD faccia pace con se stesso, dal momento che le politiche nazionali sembrerebbero orientate verso lo sfruttamento incontrollato e devastante del territorio favorendo – come è consuetudine –  lobbies e gruppi di potere, mentre i politici locali (a parole, solo a parole fin’ora) continuano e promettere di tutelare cittadini, ambiente e paesaggio e di sconfiggere i marziani.
Il M5S, che da tempo si batte contro Ombrina in Parlamento e nelle piazze assieme alle associazioni, oggi continua la propria battaglia contro le petrolizzazioni selvagge anche in regione con il deposito di una interpellanza a firma di tutti i consiglieri regionali con la quale si  immediatamente al Presidente D’Alfonso e all’Assessore Mazzocca, se e come intendono, perseguire un indirizzo politico diverso da quello del Governo nazionale e, per l’effetto, attraverso quali urgenti ed immediati strumenti intende ostacolare l’iter autorizzatorio, ormai in fase conclusiva, relativo alla concessione di estrazione di idrocarburi liquidi e gassosi del giacimento Ombrina Mare, al fine di tutelare sia la salute dei propri abitanti e sia il proprio patrimonio paesaggistico e costiero; se ed in che modo, nelle more dell’adozione di provvedimenti ed atti istituzionali che mirino a contrastare la petrolizzazione del nostro territorio e delle acque prospicienti la nostra regione, si intende nell’immediato  dare fattivo sostegno a tutte le iniziative di carattere normativo volte a modificare l’articolo 6, comma 17, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, relativo alle attività di ricerca, di prospezione nonché di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi in mare, al fine di ripristinare il divieto di attività di ricerca, di prospezione nonché di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi in mare entro le 12 miglia anche per i procedimenti concessori in corso alla data di entrata in vigore del decreto legislativo 29 giugno 2010, n. 128.
Il 29 luglio scadranno i termini per le osservazioni, il M5S – stante l’inerzia del Governo regionale – offre la propria disponibilità e competenza alla maggioranza e all’assessorato all’ambiente per la redazione delle osservazioni contro Ombrina. Siamo collaborativi, lo sia anche la maggioranza”.

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su