vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Chiude Il Tempo Abruzzo il ricordo del primo collaboratore vastese Catania

Più informazioni su

VASTO. Dal prossimo 13 ottobre l’edizione Abruzzo de ‘Il Tempo’ non sarà più in edicola e i giornalisti in servizio presso la redazione regionale di Pescara  saranno tutti messi in cassa integrazione a zero ore”. Ad annunciarlo è stato il presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, che chiede un incontro con il sottosegretario con delega all’Editoria, Luca Lotti, per un coinvolgimento del Governo nelle vertenze territoriali dei quotidiani ‘Il Tempo’ e ‘Il Messaggero’.

Sono diversi i giornalisti vastesi che nel corso degli anni hanno collaborato con il quotidiano “Il tempo”: Giuseppe Catania, Giuseppe Forte, Paola Cerella, solo per citarne alcuni, ma per ricordare le prima redazione vastese de “Il Tempo” riportiamo le dichiarazioni del decano della stampa vastese Giuseppe Catania che iniziò nel 1956.

“Scrivevo per il Giornale d’Italia –ha raccontato – venne a Vasto un corrispondente da Chieti che si rivolse alla farmacia Pietrocola e chiese un collaboratore a don Peppino, già corrispondente del Giornale d’Italia,  che suggerì il mio nome.

 Mi chiamarono da Roma e ricevetti l’incarico con un telegramma. La prima redazione vastese, è nata presso lo studio dell’avvocato Fanghella in vico Raffaello.  Bisognava comporre mezza pagina, poi invece si passò alla pagina intera e cercai quindi un collaboratore, Mario Santarelli che mi ha aiutato fino a quando è partito per il servizio di leva.

Successivamente ho fatto nominare un corrispondente Angelo Del Moro. La seconda sede vastese de “Il Tempo” è diventata quella del fotografo Di Memmo che nel frattempo ha cominciato a collaborare con il quotidiano. Per ragioni di economia la pagina è stata ridimensionata.

Nel 1970 c’è stata una vicenda poco pulita –racconta Catania- nei miei confronti. Un politico ha fatto pressione al giornale è mi è stato comunicato che la mia collaborazione era finita. Ho instaurato una causa per i compensi. Dopo diverso tempo e problemi per stabilire la competenza territoriale ho ricevuto un indennizzo molto cospicuo.

Il sistema di trasmettere gli articoli è molto cambiato oggi rispetto a prima . Inviavo per posta una busta rossa fuorisacco per notizie che potevano durare un giorno, quelle invece di cronaca venivano dettate per telefono.  Oggi tutto è cambiato è più semplice anche se –dice amareggiato Catania- per l’Abruzzo restano ormai solo pochissimi quotidiani”. 

 paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su