vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Diatriba vigili urbani: documento approvato, contrari solo Del Prete e D'Alessandro

Più informazioni su

VASTO. “La ditta Lapenna-Giangiacomo, dopo aver fatto rinviare l’ultimo Consiglio Comunale -scrive in una nota il consigliere comunale indipendente Davide D’Alessandro-  ha partorito un documento unitario sulla diatriba Amministrazione-Corpo di Polizia Municipale, approvato da 18 consiglieri comunali, 13 di maggioranza (Giangiacomo compreso) e 5 di minoranza (Bischia, Desiati, Montemurro, Monteodorisio e Sigismondi). Contrari soltanto due: il sottoscritto e Del Prete. Perché? Perché quando un documento è concertato da Lapenna e Giangiacomo (che lo ha stilato accanto a Sputore), lo riconosci dal profumo che emana. Un profumo intenso di compromesso al ribasso, di parole dette e non dette, limate e smozzicate, depotenziate del loro vero valore.

Un profumo intenso di nullità, di documento vago, generico, che non produrrà alcun effetto. Mille parole per non dirne una che sia incisiva e risolutiva, che impegni davvero il Sindaco ad assumersi le sue responsabilità su un rapporto fallimentare con il Corpo di Polizia Municipale, un rapporto che, non a caso, ha condotto i vigili a una vibrante protesta sotto le finestre del Comune per chiedere il ripristino della legalità. La rivolta dei fischietti è ancora davanti ai nostri occhi, evento di gravità inaudita. A quella rivolta si è risposto di non decidere alcunché, di buttare la palla in  tribuna continuando con quella melina con la quale Lapenna, da otto anni, imbroglia chi si fa imbrogliare. Io e Del Prete lo conosciamo bene, quando c’è e quando non c’è, sappiamo a chi si affida e a chi no”.

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su