vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il T.A.R. decide la sorte dell'antenna

Più informazioni su

Il 20 novembre il T.A.R. (tribunale amministrativo regionale) discutera’ ed emetterà la sentenza che oppone 2.500 cittadini, contrari alla famigerata antenna di radio mobile (HG3) produttrice di onde elettromagnetiche dichiarate pericolose dalla Organizzazione mondiale della sanita’ e non da medici generici, abusivamente installate sul Parcheggio multipiano di Via Ugo Foscolo. La esposizione alle onde di radiofrequenza concorrono con altri inquinanti dell’aria, all’espandersi di patologie tumorali che crescono a velocita’ incredibile. Una opposizione intransigente quella dei cittadini, che consapevoli dei rischi e dei danni alla salute, hanno deciso di opporsi non solo alla antenna ricorrendo al TAR, ma di opporsi e condannare la decisione con la quale l’amministrazione ha concesso per 45 anni la gestione all’imprenditore privato che risulta essere anche il costruttore della infausta e inutile opera per soli 1.000 euro al mese. (Il Comitato fara’ sicuramente ricorso alla Corte dei Conti per stabilire quanto danno economico la citta’ subisce con il contratto di gestione regalato al privato).   Vogliamo ricordare a tale proposito la incongruenza e la impotenza di chi si e’ fatto paladino della lotta contro le antenne proliferate negli ultimi 20 anni sui tetti privati e sui tetti del Comune, tal Peppino Forte, che da otto anni Presidente del Consiglio comunale, ingoia ogni antenna che viene imposta ricdai gestori. Invece di abbatterle come aveva dichiarato nel passato, le ha moltiplicate con la sua presenza in amministrazione. Comunque, voglio ricordare che l’antenna, è  abusiva e illegale e ce lo confermano le due ordinanze di sospensione dei lavori a firma di due dirigenti del comune di Vasto: Michele Bevilacqua dell’ufficio patrimonio e l’architetto Pasquale D’Ermilio del settore Urbanistico; nonche’ la costituzione del Comune con il movimento popolare ricorrendo al TAR di Pescara. La situazione surreale (ma concretamente affaristica) è che sul parcheggio dovra’ essere predisposta una stazione fotovoltaica, una antenna radiomobile, un bar e altre cose, snaturando una struttura sorta per il solo fine destinato a parcheggio. Siamo sorpresi dai silenzi del deputato Maria Amato, consigliere comunale, che in questi ultimi giorni ha mostrato anche una certa sensibilita’ verso l’ambiente e la salute umana organizzando una riunione pubblica con un dirigente del PD, e dello stesso partito democratico, ammutolito e frustrato! Del silenzio del Movimento 5 Stelle con il senatore Castaldi, dell’europarlamentare di Vasto, Aiuti, del consigliere regionale Smargiassi, e del neo consigliere regionale Olivieri.! E I silenzi di quei consiglieri di Sel e di Rifondazione Comunista come vanno interpretati, visti I proclami in difesa dell’ambiente e della moralita’ pubblica? Chiediamo : a che punto siamo con : 1) il piano regolatore comunale per le antenne? 2) si cerca un sito idoneo per la loro ubicazione per impedire che le costruzioni di nuove  abitazioni, si trovino a distanze ravvicinate con le stesse? 3) Ci si raccorda con il dipartimento prevenzione della A.S.L. per controllare e vigilare sugli  effetti provocati dalle onde elettromagnetiche sulla salute?  4) Si vuole convocare un consiglio comunale in cui venga ribadito che il potere reale di decisione sul proprio territorio spetta al Sindaco e al Consiglio Comunale così da contrastare la deregulation e l’anarchismo delle antenne, seppellendo definitivamente il decreto Gasparri- n.198 del 4-9-2002 (dichiarato incostituzionale)? 5) Si vuole investire  la magistratura dei risultati giunti attraverso le inchieste avviate sulle cause di morti di leucemia e tumori e far luce sugli effetti dell’inquinamento elettromagnetico?  6) Si vuole censimento di tutte le antenne cittadine per avere finalmente un quadro completo dello stato di cose circa il livello delle emissioni elettromagnetiche e di una dotazione di centraline di rilevamento.? 7) Quando si trovera’ un sito per ubicare l’antenna posta sopra il tetto del Comune? Ivo Menna   ambientalista storico  La Nuova Terra 

Più informazioni su