vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

D'Alfonso e Pepe al consorzio di bonifica sud per l'insediamento del commissario Annibali

Più informazioni su

VASTO. Si è tenuto alle 8.00 l’incontro del nuovo commissario del Consorzio di Bonifica sud di Vasto, Sandro Annibali, con i dipendenti dell’ente, i rappresentanti delle associazioni e la stampa. Un orario insolito, per il sabato mattina, deciso per consentire la partecipazione anche del presidente della regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, che subito dopo il suo intervento ha dovuto raggiungere Bari.  “L’assessore Pepe –ha dichiarato il presidente D’Alfonso –ha messo in campo un uomo che ha una serie di caratteristiche positive. Annibali non ha rapporto di parentela con nessuno ma ha rapporto di parentela con i problemi dell’ente. Auguro il miglior lavoro al commissario”.  Il consorzio di bonifica sud sta attraversando situazioni di pesante criticità gestionale, riferite principalmente a problematiche di ordine finanziario ed amministrativo, irrisolvibili dagli organi deliberanti che hanno operato in regime di prorogazio, fino alla nomina del Commissario. Il costante impegno dell’Esecutivo regionale nei mesi scorsi, ha consentito, tra l’altro, il recupero dei fondi destinati al Consorzio. “La  scelta per l’incarico di commissario –ha aggiunto l’assessore Dino Pepe- è confluita sull’architetto Sandro Annibali, attuale Presidente della Federazione degli Ordini degli Architetti delle regioni Abruzzo e Molise, che si occuperà della temporanea gestione dell’ Ente, interessandosi in particolare della salvaguardia delle produzioni e del territorio e la necessità di dare garanzie, con sollecitudine, all’assunzione degli adempimenti di competenza. La nomina  di Sandro Annibali è di circa dieci giorni fa. Abbiamo pensato al curriculum ed alla professionalità. Stesso discorso che è stato adottato per il mercato ortofrutticolo di Cepagatti”. “Sono un traghettatore –ha detto il neo commissario Annibali- non conosco ancora bene la situazione dell’ente. Dobbiamo puntare sulla gestione e sulla progettualità. Le risorse devono servire per fare non per gestire”. Al termine degli interventi hanno chiesto la paraola i rappresentanti di Cia e Coldiretti ed una dipendente dell’ente ha ricordato che aspetta ancora, come i suoi colleghi, di ricevere cinque mensilità. “Non abbiamo i soldi per poter uscire con i mezzi e poter svolgere il nostro lavoro” ha concluso la donna. Alla fine dell’incontro l’assessore Pepe ha ascoltato i dipendenti del consorzio .

paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su