vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il M5S contro l'IMU sui terreni, agricoltori abruzzesi in ginocchio

Più informazioni su

VASTO. “Brutte notizie per chi ha un terreno agricolo. Il governo Renzi si è inventato una norma retroattiva che impone il pagamento dell’Imu, entro il 16 dicembre, per tutto il 2014 sui terreni agricoli e su quelli dei coltivatori diretti e IAP. Le conseguenze ovviamente -dichiarano i parlamentari Castaldi, Coletti, Vacca, Del Grosso e Blundo, saranno devastanti anche per le migliaia di aziende agricole della nostra Regione.
Come se non fossero sufficienti le alluvioni, le grandinate, l’embargo di Putin, la mosca olearia, il governo impone un nuovo modo per estorcere soldi ai contribuenti imponendo di pagare l’Imu anche su quei terreni che prima erano esentati. Inoltre il provvedimento viola, per l’ennesima volta, il principio sancito nello “statuto del contribuente”, secondo il quale le disposizioni tributarie non possono prevedere adempimenti la cui scadenza sia fissata prima del sessantesimo giorno dell’entrata in vigore dei provvedimenti attuativi.
Abbiamo già chiesto di bloccare con estrema urgenza il provvedimento, che ricade sulle spalle degli agricoltori, con importi (in molti casi) di alcune migliaia di euro, e che rischia di mettere in ginocchio un settore già in profonda crisi. In Parlamento inoltre abbiamo proposto in più occasioni l’abolizione dell’Imu sui terreni agricoli, ma il governo non ne ha voluto sapere.
Così come abbiamo proposto molte volte, anche in legge di stabilità, di applicare l’Imu sulle piattaforme petrolifere, provvedimento sempre respinto dal governo.
Grazie a Renzi e al PD, quindi, gli agricoltori abruzzesi pagheranno l’IMU sui propri terreni, le società petrolifere no”.

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su