vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Antonio Bruno: "A Vasto Marina per amicizia. Mi mancava il calcio giocato. La salvezza un miracolo"

Più informazioni su

VASTO. Torna in un periodo convulso del campionato. Zona caldissima della classifica per il Vasto Marina che rischia addirittura di non disputare i play out per la distanza eccessiva dalle altre squadre invischiate al momento nella bagarre. Per amicizia con il presidente Travaglini però il portiere Antonio Bruno non si tira dietro e decide di dare una mano nel finale. “So che sarà difficilissimo se non impossibile salvarsi. Ho giocato con il  Vasto Marina già due anni fa e quando arrivai la salvezza non era una cosa scritta o semplice. L’abbiamo conquistata con il sudore e la forza del gruppo sul campo. L’anno dopo sono stato alla Vastese ma non mi sono lasciato in ottimi rapporti. Ora come ora tornare a vestire la casacca del Vasto Marina è prima di tutto un gesto d’amore assoluto verso il calcio giocato e secondo un favore per un amico che è Travaglini e la presidenza del Vasto Marina con cui comunque ho chiuso in passato il rapporto in modo amichevole. Non ho seguito il campionato di Eccellenza quest’anno perchè io in generale non amo seguire le partite e il calcio come spettatore. Lo amo solo da giocatore e da portiere. Sono stato fermo per una stagione intera nonostante fossero arrivate anche offerte dall’Eccellenza molisana e pugliese oltre che dal Vasto Marina stesso. Sono diventato papà e ho preferito fare altro non chiudendo accordi con società. Mi mancava lo ammetto e tanto pure giocare a pallone alla fine e quindi stavolta ho ceduto alla richiesta di Pino. Ho trovato una situazione critica. Ci sono tanti giovani che sono davvero alle prime armi e per loro giocare un campionato di Eccellenza non è stato e non è di certo semplice. Probabilmente al loro fianco sono mancate persone di esperienza vera, i punti cardine su cui fare affidamento e che li dirigessero nella jungla del calcio nell’Eccellenza. Tanto più per chi ha esordito” spiega il portiere.
Domenica sfida delicata contro una delle squadre che si trovano dopo un buon inizio di campionato a dover fare i conti con il rischio play out. In formazione alcuni elementi di categoria ed esperienza su cui può contare mister Torti in questo finale di campionato per tirarsi fuori dalla zona buia spronando al meglio anche i più giovani. “Il Capistrello verrà qui per fare punti sicuramente. Devono salvare il loro campionato dopo un ottimo avvio. Sarà sicuramente una partita combattuta. Noi ce la metteremo tutta come vuole mister Cesario. Dal canto mio ho accettato questa ulteriore sfida più che altro non per soldi ma per divertirmi. Quando gioco metto sempre poi professionalità e grinta fino all’ultimo e quindi spero di riuscire nonostante non conosca bene la squadra e loro non conoscano me a dare un grosso contributo e sperare nel miracolo vero e proprio. Noi ci proviamo con impegno poi si vedrà”.  Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com)

Più informazioni su