vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Salma in obitorio da oltre 20 giorni : Castaldi ne discute in Senato

Più informazioni su

VASTO. Il senatore vastese Gianluca Castaldi, ieri nel suo intervento in Senato ha discusso della salma che da oltre due settimane attende una sepoltura. “Sono fiducioso nel futuro, perché ogni giorno –ha detto Castaldi- ogni santo giorno inizia a crearsi all’interno della cittadinanza la cultura di considerare l’amministrazione pubblica come un qualcosa in mano ai cittadini e non a pochi rappresentanti eletti nei vostri comitati d’affari che vi ostinate a chiamare ancora partiti, seppur comitati d’affari sono. La dimostrazione l’abbiamo ogni giorno dai cittadini, che ci considerano ormai come unici interlocutori credibili e onesti, anche nei comuni dove non esprimiamo nessun consigliere comunale come nella mia amata Vasto. 
Un esempio tristemente tragico e toccante la lettera ricevuta dal nostro gruppo locale in merito ad una salma che attende dalla bellezza di venti giorni in obitorio una degna sepoltura. Non sto qui ad elencar le enormi difficoltà economiche e di salute del mittente, figlio della donna che riposa in obitorio, ma sento l’obbligo morale di denunciare  pubblicamente questo dramma. La delibera di giunta 45 del 2005 riguarda proprio i servizi funebri gratuiti in caso di indigenza. I cittadini ancora fuori da quella istituzione comunale, il Comune di Vasto, per ora stanno garantendo a questa famiglia un avvocato. Insomma si autodifendono contro istituzioni e politici apatici. 
Studiamo delibere insomma vi stanno già sostituendo senza essere ancora eletti. Questo intervento in un’aula parlamentare, visto che ho la fortuna di essere un eletto e lo posso fare, mira a sollevare l’attenzione sul problema affinché qualcuno inerte e impassibile davanti a questa tragedia diventi almeno sensibile ad una pessima pubblicità. Purtroppo ho imparato –ha concluso il senatore del M5S- che a voi politici per essere rieletti interessa solo quella  non l’impegno civico nemmeno di fronte a questa tragedia”. 
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su