vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Volando sulle onde della vita": traversata

Più informazioni su

ORTONA. Traversata a nuoto da Acquabella a Lido Saraceni ad Ortona il 4 luglio 2015 a partire dalle ore 10 e a seguire una conferenza stampa presso la sede della Lega Navale di Ortona (alle ore 12). Monica Priore, nuotatrice diabetica di tipo 1, ha scelto Ortona per la tappa abruzzese del suo progetto “Volando sulle onde della vita” che interesserà tutte le regioni italiane.
La malattia se affrontata con consapevolezza e con la giusta grinta può essere tutt’altro che un handicap: questo lo si legge negli occhi di Monica Priore, affetta da diabete mellito di tipo 1, che, nota alla cronaca nazionale per avere compiuto la traversata dello Stretto di Messina (2007) e di parte del Golfo di Napoli (2010), vincitrice di oltre 40 medaglie nei circuiti Master – Olimpiadi 2012 comprese – , domenica 28 giugno ha dato inizio alla sua terza impresa individuale con il progetto “Volando sulle onde della vita”.
Già autrice del libro autobiografico “Il mio mare ha l’acqua dolce” (Mondadori) nel quale racconta la sua storia, Monica sarà protagonista di un tour in 20 tappe che interesserà tutte le regioni d’Italia: effettuerà una traversata di non oltre 5 km in mare o in lago in ciascuna regione. Un’impresa che durerà poco meno di due mesi, che toccherà Ortona il 4 luglio e si concluderà a Sorrento il 21 agosto: si tratta di un progetto impegnativo che Monica Priore è pronta a vivere questa avventura per dimostrare che sport e diabete possono convivere e dare benefici a tutti i diabetici.
“Io non intendo farmi piegare dalla malattia – dice – , voglio semmai piegarla. Io non so che Monica sarei senza il diabete, ma so che ‘grazie’ al diabete so combattere con tenacia e determinazione. Il riscontro di entusiasmo avuto da altri ragazzi che convivono con la mia stessa patologia e dai loro famigliari, mi ha fatto comprendere che io con le imprese precedenti non avevo riscattato solo me stessa, ma anche loro. Avevo dato coraggio a tanti. Quando un bimbo oggi mi chiede con stupore ‘Anche tu ha il diabete?’ Io ho raggiunto il mio traguardo, perché gli ho trasmesso fiducia nel futuro, nella sua possibilità di realizzarsi”. 
Lo sport visto come una sorta di meccanismo “salva-vita”. “L’obiettivo di ‘Volando sulle onde della vita’  – prosegue  – è divulgare i benefici che una regolare pratica dell’attività fisica arreca al nostro corpo e contrastare l’ignoranza che ruota attorno a una patologia importante come il diabete mellito di tipo 1 di cui, in Italia, su 3milioni 800mila diabetici, il 5% di questi ne è affetto ed è, pertanto, insulino dipendente.”
Come già detto in precedenza, sono diverse le tappe del tour: Gallipoli, Puglia (28 giugno); Termoli, Molise (1 luglio); Ortona, Abruzzo (4 luglio); Pesaro Marche (7 luglio); Marina di Ravenna, Emilia Romagna (10 luglio); Jesolo, Venezia (13 luglio); Trieste, Friuli Venezia Giulia (16 luglio); Val di Sole, hydrospeed in Trentino Alto Adige (19 luglio); Toscolano Moderno, Lombardia (22 luglio); Villeneuve Aosta, rafting in Valle D’Aosta (25 luglio).
E poi ancora Lago di Mergozzo, Piemonte (29 luglio); Lido di Camaiore, Lucca (31 luglio); Castiglione del Lago, Umbria (2 agosto); Gaeta, Lazio (6 agosto); Sant’Atioco, Sardegna (9 agosto); Cefalù, Sicilia (13 agosto); Roccella Jonica, Calabria (15 agosto); Crotone, Calabria (16 agosto); Policoro, Basilicata (18 agosto); Sorrento, Campania (21 agosto).
Il progetto gode del patrocinio di Coni, Federazione Italiana Nuoto, Assonautica Italiana, Croce Rossa Italiana, Registro osteopati italiani, Società italiana di endocrinologia e diabetologia pediatrica, Federazione italiana Rafting, Federazione italiana canoa kayak e delle Regioni Toscana, Sicilia, Emilia Romagna, Marche, Valle D’Aosta, Lombardia, Abruzzo, Calabria, Campania, Veneto, oltre che dell’assessorato alle Politiche Sociali della Regione Puglia.
Il Presidente della Lega Navale Italiana sezione di Ortona. Eugenio Rapino
 

Più informazioni su