vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Forza Italia: fuori luogo l'ingerenza del consigliere Tonino Marcello

Più informazioni su

VASTO. I consiglieri  comunali di Forza Italia, Antonio Monteodorisio e Guido Giangiacomo replicano alle dichiarazioni del consigliere provinciale Tonino Marcello che ieri ha chiesto al partito di aderire al cartello elettorale “Vasto 2016.
“Il Partito di Forza Italia di Vasto -dichiarano Giangiacomo e Monteodorisio- considera del tutto fuori luogo l’ingerenza del consigliere sansalvese Tonino Marcello nelle già complesse dinamiche politiche vastesi. Forza Italia ha due consiglieri comunali che la rappresentano in consiglio, un direttivo cittadino,  e diversi club di sostenitori che ne indirizzano democraticamente le scelte. Fi invita pertanto Marcello a svolgere il suo compito di consigliere provinciale con maggiore attenzione per Vasto e per il vastese, rivolgendo la sua attenzione  ai tanti problemi che affliggono il nostro territorio come la disastrosa viabilità, la chiusura delle prefetture e la questione della perimetrazione del parco della costa teatina .
Il gruppo di Forza Italia , primo partito di centrodestra a Vasto fino a prova contraria, ritiene che l’unionesia l’unica strada per la vittoria contro la disastrosa amministrazione Lapenna, che ha sbiadito la nostra città fino a renderla  invisibile nel territorio.
Unione che va ricercata tra tutti coloro, liste civiche e partiti, che non si riconoscono nella amministrazione di centro sinistra,nella condivisione di un valido programma elettorale, innovativo,  concreto e realizzabile. 
Unione che va ricercata nella scelta partecipata di un candidato sindaco, scelta fatta dai cittadini attraverso l’uso delle primarie .
Dunque senza imposizioni di sorta, nel rispetto delle opinioni delle anime di tutto il centrodestra vastese. Premettendo che non abbiamo nulla contro il candidato di Vastoduemilasedici, riteniamo che la scelta del candidato non possa  essere fatta a priori da 4 consiglieri comunali nelle chiuse stanze senza coinvolgimento popolare e senza dialogo alcuno ,   il leader  può essere  stabilito solo con  una sana e vera competizione”.
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su