vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Riforma del Senato, Castaldi: la Costituzione è morta e sepolta

Più informazioni su

VASTO. Ieri è stato approvato il disegno di legge Boschi che riforma il Senato e il Titolo V. Vittoria del primo round per il premier Renzi. Hanno votato a favore i partiti della maggioranza, mentre non hanno partecipato al voto: Forza Italia, M5S, Lega e Sel. 
Molto critico l’intervento in aula del senatore vastese del M5S, Gianluca Castaldi. “La Costituzione di un grande paese –ha detto Castaldi-non è mai di proprietà di una sola parte, né tantomeno del governo di turno. Questa legge che distrugge  il patrimonio comune è nostra ed è solo vostra. Scritta da un parlamento illegittimo ed eletto con sistema al di fuori della costituzione vigente. La verità è che questa riforma è un vero e proprio stravolgimento della nostra costituzione. Il M5S voleva entrare nel merito delle questioni con 200 emendamenti, chiari, semplici, volti a riscrivere e integrare il pessimo e assurdo testo governativo. 
Avete sempre detto no a tutto. Siamo stati i primi a sostenere che le istituzioni debbano funzionare meglio e costare meno e a credere che il processo legislativo debba essere più snello, ma quello che è in atto non è un miglioramento.  Autorevoli costituzionalisti hanno rilevato che il combinato tra il sistema elettorale e questa riscrittura mina le basi della democrazia rappresentativa e comporta seri rischi. Chi vince le elezioni ha sì il diritto di governare, ma non può fare tutto. Ecco perché la nostra democrazia è regolata. La falsità madre, da cui nascono tutte le altre, è che la fine del bicameralismo perfetto servirà a velocizzare i tempi di approvazione delle leggi. 
Sta per essere approvata in un lampo la legge Boccadutri, quella per tenervi i rimborsi elettorali senza controlli sui bilanci dei partiti. Quando vi serve e vi conviene siete velocissimi. Quando si tratta di fare le leggi per i cittadini ve la prendete con comodo, per poi dare la colpa al bicameralismo perfetto. Un’associazione del dopo lavoro avrebbe fatto molto meglio. Vergognatevi state dando l’impunità alla classe più corrotta del paese, spalancando le porte del senato a consiglieri regionali, arrestati, indagati e condannati. 
Più che una riforma avete creato una palese amnistia. La costituzione oggi –ha concluso Gianluca Castaldi- è morta e sepolta, insieme ai suoi valori supremi e fondamentali. Avete demolito la carta costituzionale. Questo mostrum costituzionale è solo opera vostra”
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su