vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Peppino Forte a Paolucci: il servizio di emodinamica è indispensabile

Più informazioni su

VASTO. Il presidente del consiglio comunale, Peppino Forte torna ad occuparsi, a distanza di qualche tempo, di un problema che reputa fondamentale per riqualificare la sanità nel territorio del Vastese. 
“Torno ad occuparmene – spiega- poiché, in questi giorni, ho avuto modo di toccare con mano i pericoli ed i rischi che i cittadini di questo territorio corrono ogni qualvolta si manifesta il sintomo di un attacco cardiaco.
Sto parlando del servizio di Emodinamica, ovvero di quella famosa e tanto attesa Sala che non c’è nell’ospedale “S.Pio” mentre, invece, è disponibile in abbondanza nell’area di Chieti-Pescara.
Un servizio all’interno del quale è possibile realizzare una coronarografia (o angiografia coronarica) che è “una procedura di tipo invasivo che consente di visualizzare direttamente le arterie coronarie che distribuiscono sangue al muscolo cardiaco. La metodica è un’indagine interventistica transcatetere, cioè si esegue per mezzo del cateterismo cardiaco; ha finalità sia diagnostiche sia terapeutiche”.
Un esame fondamentale per salvare tante vite umane. Un esame che viene negato a chi risiede a Vasto o nei paesi dell’entroterra. Un esame che viene eseguito a Chieti, Pescara o altrove ma non a Vasto. Un esame per eseguire il quale i pazienti vastesi devono sottoporsi ad un viaggio in ambulanza con l’assistenza di un medico e di un infermiere. E solo Dio sa quali rischi vi sono dietro un trasporto in ambulanza.
E qui vale la pena affrontare il discorso relativo alla sottrazione di personale medico e paramedico all’Utic di Vasto. Servizio nel quale i medici ed il personale paramedico lavorano con grande professionalità e dedizione per sopperire anche alle gravi carenze ambientali.
Torno, quindi, a sollecitare l’assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci, a voler riconsiderare – prima della realizzazione del nuovo tanto decantato Ospedale di Vasto -, la possibilità di realizzare all’interno del “S. Pio” la Sala di Emodinamica. Rispolverando, se del caso, i vecchi progetti presentati ed illustrati dai suoi predecessori e rimasti solo nel libro dei sogni. 
Caro Assessore, i vastesi vogliono continuare soprattutto a vivere e poi a sognare.
Dai un senso alla tua presenza al vertice di un settore così importante e trova i mezzi necessari per dare a noi vastesi un’assistenza sanitaria degna di questo nome”.
redazione@vastoweb.com  

Più informazioni su