vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Programma Convegno Dantis Amor: i Rossetti e Dante e Lecturae Dantis

Più informazioni su

VASTO. In occasione del 750° anniversario della nascita di Dante Alighieri (1265-1321), il Centro Europeo di Studi Rossettiani è promotore del II Convegno Internazionale di Studi dal titolo Dantis Amor: i Rossetti e Dante.
In collaborazione con il Comune di Vasto e sotto il patrocinio dell’Università degli studi “G. d’Annunzio”, il Convegno, che si terrà fra Chieti e Vasto nelle giornate dal 18 al 21 novembre, si propone di sondare il ruolo di primaria rilevanza esercitato dal poeta fiorentino nella formazione letteraria dei membri di casa Rossetti. 
“Gli artisti italo-inglesi non furono immuni dalle fascinazioni della poesia dantesca -spiegano i curatori del progetto Gianni Oliva E Mirko Menna- a tal punto da farsi promotori della sua diffusione negli ambienti letterari dell’Inghilterra vittoriana. La famiglia Rossetti, forte degli apporti provenienti da personalità poliedriche e stravaganti, ciascuna con la propria identità e il proprio indirizzo interpretativo, ha divulgato con lungimiranza il verbo dantesco quale faro insuperato di poesia dal messaggio universale e universalmente valido”. 
Le giornate del Convegno vedranno infatti la partecipazione straordinaria di studiosi di università italiane ed estere: uno scambio fruttuoso che porterà al confronto sul tema del dantismo e della critica dantesca nella famiglia Rossetti in tutta Europa. 
Dopo la prima giornata di apertura e presentazione del programma e del progetto scientifico (Chieti, 18 novembre – Università degli studi “G. d’Annunzio”), il Convegno si sposterà presso Palazzo d’Avalos a Vasto. Nella giornata del 19 gli interventi dei relatori si focalizzeranno sulla figura del capostipite, Gabriele, l’esame critico degli studi danteschi, le interpretazioni in chiave esoterica dell’opera di Dante e del personaggio di Beatrice. 
Nelle successive (20-21 novembre) sarà protagonista la figura di Dante Gabriel: il suo “visibile parlare” afferente agli ambiti letterario e pittorico, le strategie traduttive da lui operate per trasfondere l’immaginario dantesco dall’opera originale alla cultura ricevente, come viene rilevato negli ultimi studi in Germania e Francia. Verrà, poi, presa in esame la ricezione del dantismo preraffaelita in Europa e della Cultura medievale fra Ottocento e Novecento con particolare riferimento ad autori e critici come Graf, d’Annunzio, Calvino, Pound, Eliot. 
Con l’occasione sarà anche presentato il nuovo libro di Silvia Ceccarelli, ricercatrice presso l’Università “La Sapienza” di Roma, dal titolo Dante Gabriel Rossetti e I primi Poeti Italiani e verrà annunciata l’ultima pubblicazione patrocinata dal Centro Europeo di Studi Rossettiani The Tree of Life. Geneaologia dei Rossetti a cura di Paolo Calvano. 
A coronamento delle giornate di Studio, il Centro di Studi Rossettiani promuove anche due serate di Lettura dantesche a ingresso gratuito in collaborazione con il “Teatro Rossetti” di Vasto. Nelle serate di venerdì 20 e sabato 21 novembre, alle ore 21.00, sarà possibile assistere alla lettura rispettivamente dei canti I e V dell’Inferno a cura degli attori Domenico Galasso e Stefano Sabelli e al commento degli stessi ad opera dei professori Gianni Oliva (Università degli studi “G. d’Annunzio”- Chieti) e Pietro Gibellini (Università “Ca’ Foscari”- Venezia).
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su