vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Bando Mensa Asl, Febbo: Vasto stralciata dal capitolato di gara

Più informazioni su

VASTO. “Correggere e rivedere i criteri in base ai quali è stato predisposto il capitolato d’appalto per l’affidamento del servizio di ristorazione e mensa ospedaliera, relativo al Bando della Asl Lanciano-Vasto-Chieti dal quale stranamente è stata preclusa la possibilità di attivare il servizio mensa presso l’ospedale di Vasto”. Questa la richiesta scritta del Presidente della Commissione vigilanza e consigliere regionale Mauro Febbo attraverso una interrogazione rivolta all’assessore regionale alla Sanità Silvio Paolucci. 
“Non si riescono a  comprendere le motivazioni – spiega Febbo – per cui il Bando esclude solo il nosocomio di Vasto dall’attivare la mensa aziendale per i propri dipendenti quando inizialmente era previsto l’attivazione anche in quella struttura. Una vera e propria disparità di trattamento visto che secondo il Bando il servizio verrà svolto solo presso gli ospedali Lanciano e Chieti contrariamente a quanto previsto e concordato inizialmente sia all’interno dello stesso Capitolato di gara, cambiato svariate e troppe volte in corso d’opera, sia dal Direttore Generale con tutte le sigle sindacali e RSU. 
Infatti  – si legge nell’interrogazione –  nonostante le numerose richieste e favorevoli rassicurazioni manifestate in ogni sede (incontri, assemblee RSU e dal Prefetto), l’Azienda sanitaria a tutt’oggi non ha ancora integrato il Presidio Ospedaliero di Vasto nella gara d’appalto, perseverando nel disegno di mortificare e discriminare quel territorio. 
Pertanto – conclude Febbo – auspico vivamente un deciso intervento da parte della Regione e dell’assessore affinché il nosocomio di Vasto venga reinserito tra le Strutture previste nella gara d’appalto per il servizio mensa per i dipendenti altrimenti sarò costretto ad approfondire nelle sedi competenti altre “sviste” inserite nello stesso capitolato, come le cifre indicate per il costo del singolo dipendente Asl da accollare alla futura ditta esterna, esso risulta “inspiegabilmente” più basso di parecchie migliaia di euro l’anno messo a confronto del costo dei dipendenti esterni della ditta stessa”.
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su