vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Amato: approvato il testo sulla responsabilità professionale sanitaria

Più informazioni su

VASTO. Approvato in Commissioni Affari sociali e sanità il testo sulla responsabilità professionale sanitaria (relatore Federico Gelli)
“Si aumentano -spiega l’onorevole Maria Amato (Pd) e tutele dei professionisti senza ridurre le garanzie per i cittadini. Anzi, si inseriscono strumenti per deflazionare il contenzioso e per avere una maggiore esigibilità del danno riducendo i costi inappropriati della medicina difensiva, 14 miliardi all’anno, risorse che potrebbero essere impiegate per migliorare la sanità pubblica. Per questo motivo insieme ai colleghi della Commissione, abbiamo lavorato per mesi con il risultato finale di un testo specifico e organico che, in un’ottica di sistema, dia alla questione risposte chiare ed esaustive sulle orme della legislazione europea di riferimento.
Nel dettaglio, all’interno del testo si regolamenta l’attività di gestione del rischio sanitario, prevedendo che tutte le strutture attivino un’adeguata funzione di monitoraggio, prevenzione e gestione del rischio (risk management). I dati rilevati dalle strutture verranno poi raccolti dai Centri regionali per la gestione del rischio sanitario e inviati al nuovo Osservatorio nazionale sulla sicurezza in sanità che si occuperà di individuare apposite linee di indirizzo per la prevenzione e la gestione del rischio sanitario, oltre che per la formazione e l’aggiornamento del personale sanitario.
Proposta la modifica del Codice Penale.  I professionisti che non si atterranno alle linee guida emanate da Società scientifiche iscritte in un apposito elenco presso il Ministero della Salute, risponderanno penalmente solo in caso di colpa grave e dolo.
Responsabilità civile, la nuova riformulazione prevede ancora il ‘doppio binario’: contrattuale a carico delle strutture sanitarie, pubbliche e private, ed extracontrattuale per l’esercente la professione sanitaria.  E ancora, nel testo si fa riferimento all’obbligo per tutte le strutture sanitarie pubbliche e private di essere provviste di una copertura assicurativa, e si ribadisce l’obbligatorietà dell’assicurazione per tutti i liberi professionisti. L’obbligo assicurativo per tutti gli esercenti la professione sanitaria viene previsto anche al fine di garantire efficacia all’azione di rivalsa da parte delle strutture nei confronti dei loro dipendenti. 
Si disciplina anche la nomina dei consulenti tecnici e dei periti. A tal fine, negli albi dei consulenti e dei periti dovranno essere indicate le specializzazioni degli iscritti esperti in medicina, l’esperienza da loro maturata, il numero degli incarichi conferiti e quelli revocati. Infine, si spiega che gli albi dei periti dovranno essere aggiornati con cadenza almeno quinquennale. 
Ora si auspica che il testo possa approdare in Aula nel più breve tempo possibile dopo il parere favorevole delle altre commissioni”.
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su