vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Coppa Italia, bene San Salvo e Pineto, Triglione "Teniamo alla Coppa"

Più informazioni su

VASTO. Buona la prima per San Salvo e Pineto nella rispettive partite della semifinale di andata di Coppa Italia. I biancoazzurri si impongono per tre a zero all’Aragona contro la Vastese mentre il Pineto in rimonta batte l’Angolana per 2-1. Per il San Salvo ci pensano Triglione, sugli scudi in questa partita ed ex del match, Di Ruocco e Colitto. Per il Pineto è il difensore Daniele Fruci a spegnere la gioia iniziale dell’Angolana. Il match di ritorno si giocherà il 9 dicembre alle 14.30 .
“Sono contento perchè questo risultato era importante per noi. Ci teniamo alla Coppa in modo particolare dopo la finale persa lo scorso anno e perchè è un modo per poter sperare nella D. Dopo il risultato di domenica in campionato volevamo ancora di più fare bene. Siamo scesi in campo con il piglio giusto. Non era facile venire a fare risultato qui all’Aragona ma ci siamo riusciti meritando. Abbiamo disputato una buona partita e non abbiamo mai subito il loro gioco. Contento per il goal ma come ho sempre detto non ho festeggiato perchè rispetto Vasto e i vastesi. Sono vastese doc e tifo per i colori della mia città ma gioco per il San Salvo che mi sta dando tanto ed è giusto ripagare dando il massimo in campo e per questa maglia. Applausi alle due tifoserie che anche oggi hanno fatto si sfottò ma sono riuscite a dare spettacolo anche in un giorno lavorativo senza eccedere e andare oltre. Ora testa subito al match che ci aspetta domenica. Il Morro D’Oro è la sorpresa del campionato e non verrà di certo da noi a darcela vinta… e noi vogliamo tornare a vincere anche in campionato dopo le parentesi negative di Paterno e Vastese” spiega uno dei protagonisti del match Carlo Triglione. 
Il primo goal biancoazzurro arriva all’ 8′ del primo tempo quando proprio il numero 4 sansalvese impatta al meglio il pallone di testa e la butta alle spalle di Cattafesta. San Salvo che dal primo minuto butta in campo Quaranta perchè Di Pietro si infortuna nel riscaldamento pre match. “Stiramento per lui bisognerà escludere lo strappo” spiegano i medici. Dentro dal primo minuto la coppia d’attacco Consolazio/Torres che trova meno spazio in campionato e a riposo Marinelli e Antenucci.  Goal che arriva quasi subito e la partita prende già una piega amara per i biancorossi che rispetto alla partita di domenica in campionato appaiono meno reattivi.  Consolazio e poi Ferrante provano a firmare il raddoppio ma in entrambe le occasioni non va a buon fine. Al 28′ clamorosa palla goal per Consolazio che a tu per tu con Cattafesta dalla destra ha troppa fretta di tirare e permette al numero uno vastese di intervenire sul diagonale stretto dal fondo.  Al 32′ Triglione dalla metà campo colpisce l’incrocio dei pali, la palla rimane lì e vaga sulla linea di porta, Torres la butta dentro ma l’assistente dell’arbitro fischia il fuorigioco. Proteste del San Salvo.  Ci prova anche Iannicello ma trova la risposta di Cattafesta.  Nella ripresa il goal del raddoppio a conferma del dominio biancoazzurro arriva con Di Ruocco imbeccato alla perfezione da Torres. Il furetto se ne va sulla sinistra e dal fondo lascia partire un tiro che beffa Cattafesta.  Giuliano prova a rispondere per la Vastese, se ne va con maestria centralmente, serve Faccini ma anche qui l’azione è bloccata dall’assistente dell’arbitro per fuorigioco.  Viene annullato anche un goal a Ianniciello ma la terza rete è nell’aria e al 91′ ci pensa Colitto a chiudere i giochi. Primo goal per il giovane classe ’97 del San Salvo in Coppa Italia di Eccellenza. Colitto infatti è sempre stato protagonista con la juniores ma non aveva ancora segnato con la prima squadra.  Nota di colore tra i vari sfottò del match tra le due tifoserie i sansalvesi espongono uno striscione dove accusano i vastesi di non considerare il match un derby ma di aver poi festeggiato eccessivamente domenica. “Per te un derby non lo è mai stato ma a fine gara quanto hai festeggiato…ridicoli” recita lo striscione. La risposta con i cori dei vastesi non si è fatta attendere durante i vari sfottò nella gara cosi come i cori  maggiori sono stati anti Chieti ed Avezzano, sue acerrime nemiche.
Due a uno invece a Pineto tra i padroni di casa e l’Angolana. “Nel primo tempo l’Angolana ha dominato meritando il vantaggio siglato da Dragani, nonostante il goal sia nato da un errore del portiere Cattenari. Nella ripresa il Pineto è sceso in campo invece con un altro piglio e grazie a Fruci, oggi in grande spolvero che ha dimostrato di saper segnare in ogni modo, ha trovato prima il pareggio e poi il vantaggio. Il match di ritorno sarà sicuramente una battaglia perchè entrambe le squadre tengono tantissimo alla finale” spiega la giornalista Roberta Di Sante. tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su