vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Bambini della scuola calcio lasciati fuori dal campo, la risposta del sindaco Remo Bello

Più informazioni su

CASALBORDINO. Bambini della scuola calcio lasciati fuori per una presunta pendenza con il Comune. Un fatto davvero increscioso” tuonava ieri il candidato alle amministrative per la lista civica Il Sole, Giuseppe Vaccaro. 
La risposta del sindaco Remo Bello a Vaccaro e ai genitori indingati dopo l’accaduto non tende ad arrivare.
” Il campo non è chiuso ai bambini, ma a quella società. La scuola calcio è stata sollecitata da più di un anno a versare le spese, anche a rate”, spiega Remo Bello. Il Comune avanza nei confronti del sodalizio circa 7000 euro per l’uso passato del campo più le spese recenti. ” Se l’associazione mi dimostra che fa allenare i bambini gratuitamente io sono pronto a dare il campo di calcio gratuitamente. Sarebbe un’attività di volontariato a cui aderirei bem volentieri. A quanto mi risulta però la società fa pagare ai piccoli le quote di iscrizione e allora è giusto che paghi le spese per l’uso del campo di calcio”, dice Remo Bello. Poi aggiunge. ” Quello che è certo i bambini accompagnati dai genitori possono entrare al campo quando vogliono. Usare dei bambini per dimostrare che il sindaco è cattivo non è bello. La scuola calcio sa bene che ho chiesto più volte di affrontare la questione. Mi rendo conto delle difficoltà economiche e per questo ho concesso una rateizzazione, ma altro non posso fare. Devo rendere conto anche io del mio operato. In primis alla Corte dei conti. Sono certo che riusciremo a risolvere la questione. Da parte mia c’è la massima disponibilità. L’importante è che tutti facciano il loro dovere. I bambini da soli non possono entrare in campo ma se ad accompagnarli sono i genitori, ben vengano”, ripete Remo Bello. 
tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su