vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Scappò con la ragazza amata per difenderla, assolto operaio accusato di sottrazione di minore

Più informazioni su

CUPELLO. “Chi ha detto che l’amore vero non esiste.Il mio cliente ha rischiato il carcere per amore. E’ soddisfatta l’avvocato Angela Pennetta. Il suo cliente A.D.M., 23 anni finito davanti ai giudici per amore di una ragazza di diciassette anni è stato assolto. Era accusato di sottrazione di minore consenziente, Angelo è stato assolto dal giudice Rosanna Buri con la formula piena ” perchè il fatto non sussiste”. Anche il pm Iaia Marino aveva chiesto l’assoluzione. Diciassette anni lei e ventitre lui sono stati i protagonisti di diverse fughe d’amore. “Lui lo ha fatto per necessità, perchè voleva vederla felice e per lei ha rischiato il carcere “, ha sottolineato l’avvocato Pennetta. Il processo al giovane operaio  di Cupello accusato di sottrazione di minore consenziente era iniziato due anni fa. Il giovane nel 2012 si allontanò la prima volta da casa con la ragazza che di anni ne aveva solo 14. Due anni dopo è successo ancora e per lui sono cominciati i guai e un processo. Nel corso delle udienze il giudice ha voluto ascoltare la versione della ragazza. Lei ha risposto alle domande con grande serenità. Dopo di lei sono stati ascoltati i suoi genitori e quelli del ragazzo. Nessuno ha mai potuto assistere all’udienza tenuta rigorosamente a porte chiuse. Nessuno sa cosa hanno dichiarato i protagonisti della vicenda. Di sicuro sono falliti tutti i tentativi di riconciliazione. A Cupello sono molti quelli che hanno dichiarato di essere soddisfatti. E ovviamente lo è anche il difensore dell’imputato. « Certo che sono soddisfatta», ha detto all’uscita dall’aula l’avvocato Angela Pennetta . «Grazie alle dichiarazioni rese dalla ragazza la posizione del mio assistito si è alleggerita di molto». Ad assistere la famiglia della ragazza è stato l’avvocato Antonio Boschetti. Il padre della ragazza non ha mai accettato l’ipotesi della fuga d’amore. L’avvocato Boschetti è arrivato ad ipotizzare il plagio della sedicenne .Ben diversa la versione della difesa dell’imputato. “La cosa certa è che il giovane operaio è finito nei guai per amore”, insiste Angela Pennetta.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su