vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Porta il cane a spasso e l'animale trova un osso umano sul terreno

Più informazioni su

TORINO DI SANGRO. Porta il cane a fare la passeggiata serale e Fido torna dal padrone stringendo in bocca un osso umano. Scovolgente fuoriprogramma per un impiegato di Torino di Sangro. Il suo cane ha trovato un omero appartenente ad uno scheletro umano. La scoperta è stata fatta in località Tratturo alla periferia del paese .Secondo il medico legale a cui i carabinieri lo hanno affidato potrebbe appartenere a un giovane militare inglese finito nel 1945 sotto i bombardamenti. Non a caso a Torino di Sangro esiste il cimitero degli inglesi. Quell’osso potrebbe però appartenere anche ad uno dei tanti anziani scomparsi nell’Alto Vastese e mai ritrovati. Viste le condizioni dell’osso la morte potrebbe risalire a parecchi anni fa. I carabinieri sono stati avvertiti dallo stesso proprietario del cane.  L’uomo aveva appena liberato il suo “fido” dal guinzaglio per consentirgli di correre un po’. Il cane ha puntato dritto al terreno, ha afferrato l’osso ed è tornato verso il padrone.L’uomo non ha capito subito cosa fosse. Ha pensato ai resti di un animle e che l’animale volesse giocare. Ha tolto di bocca l’osso al cane e ha fatto la scioccnte sorpresa. Quando si è accorto che si trattava di un omero umano ha subito avvisto il 112. È stato un perito a esaminare il reperto, a confermare che si trattava di ossa umane e a ipotizzare che potesse trattarsi di reperti provenienti dallo scheletro di una persona piuttosto anziana. E’ probabile che l’omero venga consegnato ad un istituto di medicina legale, dove nei prossimi giorni proveranno a capirci qualcosa di più. Di sicuro, a parere degli esperti,non poteva essere lì da molto tempo. In quel punto del paese passano molte persone. Quells’angolo è battutissimo, durante tutte le ore della giornata : c’è chi va e viene e ci sono anche le decine di persone che, come martedi, passeggiano con i loro animali. Ma ci sono anche gli sportivi che corrono nella zona e che avrebbero sicuramente notato l’osso. Le indagini dei carabinieri sono solo all’inizio e per il momento i militari preferiscono mantenere il massimo riserbo. 
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su