vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Menna: le nostre primarie devono continuare ad essere sincere e serene

Più informazioni su

VASTO. Nel primo incontro con la cittadinanza, ieri sera, presso la sala convegni del centro Gulliver nel quartiere Incoronata, sono stati molti i cittadini che insieme a  gran parte della giunta (Sputore, Marchesani, Suriani e Tiberio), il sindaco Luciano Lapenna, il presidente del consiglio comunale Giuseppe Forte, consiglieri comunali (Antonio Del Casale, Paola Cianci, Simone Lembo e Michele del Piano) hanno ascoltato le dichiarazioni  di Francesco Menna, candidato alle primarie del centrosinistra in programma domenica 6 marzo al Palabcc. 
“La mia  è una candidatura – ha detto Francesco Menna, dopo gli interventi di Angelo Pollutri, Antonio Del Casale, Anna Suriani e Giusepe Forte- che mi sono sentito fin da subito di raccogliere per quella passione verso la politica, per quel coraggio, quella determinazione che ci lega con amore, con spirito di servizio  ai cittadini. Una candidatura che normalmente nasce nel segno della novità del centrosinistra. Una candidatura che vuole esprimere naturalmente progetti continuativi rispetto a questi dieci anni di amministrazione laddove quei progetti meritano e trovano favore nel nostro e nel vostro cuore”. 
Il tono di Menna è rimasto pacato anche quando ha parlato di qualche colpo basso, attacco alle spalle.  Fin dal primo momento che questa candidatura si è manifestata –ha spiegato- ricordo un  giornalista che il giorno dopo la candidatura per delegittimare la stessa e disseminare il panico ha fatto un scritto che mi ero ritirato dalle primarie. Qualche  giorno fa un altro personaggio si è inserito nel contesto di queste primarie con un colpo basso e manifestato l’opinione personale nonostante non poteva farlo, nonostante il suo rapporto di fiducia doveva indurlo a una situazione di neutralità. 
Qualcun altro con comunicati cerca di gettare maldicenza rispetto a questa situazione. Bene, io rispondo a questi personaggi telecomandati che le nostre primarie devono continuare d essere primarie serene, primarie sincere, primarie nel segno del rinnovamento, che devono essere vinte per vincere  la competizione più difficile che sarà quella di giugno 2016. Ci sono tante priorità che questa città vive ancora. Il ruolo di chi amministra è un ruolo complesso. E’ il ruolo di chi ogni giorno prende sia l’acqua in faccia e sia il bello del sole, ma anche purtroppo l’inverno e momenti difficili. E parlando delle priorità che un amministratore dovrebbe avere, Menna ha voluto ricordare quei sindaci che hanno perso la vita per risolvere i problemi della propria comunità. La priorità più importante è quella del lavoro. Il primo atto politico che mi sento di fare se dovessi vincere le primarie, se dovessi realizzare il sogno di fare il sindaco di Vasto, è quello di fare sin da subito un assessorato che unisca tre mondi importanti dell’economia del vastese. Tre mondi preziosi: l’agricoltura, il turismo e la pesca”. 
Spazio poi ai  depuratori ricordando che degli interventi sono stati fatti, ma bisogna farne altri.  “Vasto ha due depuratori una a Montenero e l’altro a Punta Penna. Quello di Punta Penna –ha continuato- riguardava una città di 25 mila abitanti e grazie all’intervento di questa amministrazione sarà un depuratore che riguarderà un’amministrazione e una collettività di circa 60 mila abitanti”. Per le infrastrutture Menna ha ricordato: “stiamo lavorando alla variante alla Statale 16 stiamo e lavorando per il  potenziamento del presidio ospedaliero esistente. Nonostante il commissariamento Vasto è una delle città  di questa Regione, di questa provincia, che non ha perso un posto letto, che non ha chiuso un reparto. 
Non solo perché vi è un rapporto privilegiato con il governo regionale e l’assessore alla sanità. Soprattutto perché rappresentiamo una città di confine che si sobbarca quotidianamente anche il destino di una vicina Regione come quella del Molise. E’ stato aperto il reparto di lungodegenza con 16 posti letto sta vedendo la valorizzazione del punto nascita  e con un finanziamento di 2 milioni di euro il punto nascita sarà dotato di una sala parto moderna come quella di Lanciano e Chieti”. 
paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su