vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

L’associazione “io, mamma e papà” dona opere d’arte all’ospedale

Più informazioni su

VASTO. “Maternità è Arte”, questo è il titolo dell’iniziativa svoltasi questa mattina presso il reparto Ostetricia-Nido dell’Ospedale S. Pio. 
L’associazione “Io, Mamma e Papà” nasce a Vasto nel 2013, fondata da genitori che già in precedenza operavano in alcuni dei settori socio-educativi e sanitari che gravitano attorno al bambino. L’obiettivo dell’associazione, ci spiega la preside Marisa D’Alessandro, è quello di “promuovere la conoscenza del bambino durante il suo periodo di crescita, per supportarne lo sviluppo motorio, intellettivo, relazionale ed emozionale. Si punta poi anche a diffondere le conoscenze ricevute e validate dal mondo scientifico, al fine di sostenere la famiglia e per permettere al bambino di crescere in salute  diventando un adulto responsabile, sicuro ed autosufficiente”. 
L’organizzazione per il momento si muove solo sul territorio di Vasto in cui ci si sta impegnando al fine di realizzare altri convegni ed iniziative che possono diventare incisivi canali di trasmissione di messaggi assolutamente positivi. 
“Maternità è Arte”, questo il titolo dell’iniziativa di oggi perché “noi tutti vogliamo intendere la mamma come un’artista che dà alla luce un capolavoro, un’opera d’arte, cioè il suo bimbo. Il prosperare dell’arte e della sua opera è fonte di ricchezza per l’intera umanità”. Le opere d’arte sono state donate da alcuni artisti come Michela Tavano e da tanti amanti della pittura e del disegno.
I temi delle opere sono quelli dell’allattamento, dell’abbraccio materno come luogo di protezione, dell’amore reciproco fra madre e bambino e della cura. Inoltre, moltissimi i quadri realizzati con foto di neonati e bambini nella prima infanzia, donati da tante mamme e da tanti papà.  Presenti sul posto c’erano molti rappresentanti dei reparti di Ostetricia-Ginecologia e Nido-Pediatria, come i dottori Carmelini, Sassi, Di Giorgio, Galante, Nicodemo, oltre alle dott.sse coordinatrici Pina Del Re, Mariaconcetta Regiacorte, Mariagrazia Buongiorno. 
Sara Del Vecchio

Più informazioni su