vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Ladri prendono di mira 3 abitazioni, furto in casa del sindaco Cristina Lella

Più informazioni su

TORREBRUNA. Persiste l’incubo topi di appartamento nel vastese. La notte scorsa sono infatti tornati in azione a Torrebruna, dove sono state prese di mira tre abitazioni. In due, il colpo è andato a vuoto, mentre nella casa del Sindaco i furfanti hanno fatto centro. 
I ladri hanno agitato in piena notte, entrando nell’abitazione del primo cittadino dopo aver forzato la porta del garage del piano terra. L’abitazione è divisa su più piani e i ladri sono entrati in tutti. I proprietari della casa non si sono accorti di nulla, anche perché i ladri hanno agito con grande delicatezza, senza mettere nulla a soqquadro. 
Possibile che i malcapitati siano stati anche narcotizzati. Per quanto riguarda il bottino, da una prima stima non dovrebbe essere superiore alle poche centinaia di euro. Sono stati portati via due portafogli, un portagioie con una catenina d’oro, un pc portatile. A far meravigliare è la destrezza nell’agire dei ladri, i quali hanno avuto il tempo di scegliere cosa portare via. 
Ad esempio sono stati tolti dalla borsa porta pc tutti i documenti del Sindaco e i portafogli una volta svuotati sono stati lasciati in prossimità dell’ingresso dell’abitazione. Stando ad una ricostruzione sommaria dei fatti, il primo cittadino sarebbe stato sveglio fino all’una e 30 di notte per lavorare al computer, mentre la suocera si sarebbe accorta del furto intorno alle 3 di notte. Dunque questo sarebbe il lasso di tempo in cui hanno agito i furfanti. 
“Ci sono stati altri episodi in passato in paese e c’è un po’ di paura” –ha affermato Cristina Lella, Sindaco di Torrebruna, che poi ha aggiunto: “Le altre volte però le abitazioni erano vuote al momento della visita dei ladri, questa volta non è stato così”. 
Successivamente i ladri hanno tentato di entrare anche in altre due abitazioni, una limitrofa a quella del Sindaco e una nella zona sud del paese. Nella casa vicina, a quella del primo cittadino, i malviventi hanno rinunciato ad entrare per difficoltà nella rimozione della serratura, nell’altra invece il figlio del proprietario di casa si è accorto del tentativo di furto e ha messo in fuga i malviventi. Sull’episodio indagano i Carabinieri della stazione di Celenza sul Trigno, i quali da qualche tempo hanno dato vita anche ad un servizio di ronda notturna tra i paesi del comprensorio e in collaborazione con quelli della stazione di Palmoli, ma a quanto pare non basta. 
 Federico Cosenza

Più informazioni su