vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Padre Eugenio: “Che la morte di Roberta ci faccia apprezzare il dono della vita”

Più informazioni su

VASTO. Oggi pomeriggio, nella chiesa dell’Incoronata, la cittadinanza ha dato l’ultimo saluto a Roberta, la giovane morta in un incidente stradale nella notte di ieri. Ad accompagnare l’arrivo della bara, bianca e coperta di rose, la banda San Martino di cui fanno parte il papà di Roberta, Nicolino e suo fratello, Simone. Una ragazza amata e benvoluta da tantissimi e a dimostrarlo sono stati il piazzale e la chiesa gremiti di persone, riunite in una straziante preghiera di addio. Una enorme affluenza, ma prevedibile, tanto che, per rendere possibile a tutti l’ascolto della cerimonia, è stato installato persino un televisore all’esterno della chiesa. La Santa Messa è stata celebrata dal parroco Padre Eugenio Di Giamberardino che nell’omelia ha detto:

Che la morte di Roberta, difficilissima da accettare, possa essere per noi tutti un monito, affinché impariamo ad apprezzare il dono della vita, affinché impariamo a volerci bene e a fare il possibile per non ledere la nostra vita e quella altrui. La morte arriva senza avvisarci e noi dobbiamo sempre essere pronti a salire in cielo quando il Signore ci chiama“.

Fiumi di lacrime tra i presenti, ancora tutti increduli per quanto è accaduto. Una morte prematura e inaccettabile, per un destino crudele che ha strappato via una giovane vita, lasciando solo rabbia e amarezza. Tanti i giovani e numerosissimi i parrocchiani, che hanno mostrato nelle ultime ore la loro vicinanza alla famiglia.
A conclusione della Messa è stata letta una commovente lettera da un’amica di Roberta, che l’ ha definita “una fogliolina che si è staccata, ma che rimarrà per sempre con i suoi cari e nei suoi cari“. Anche uno dei due fratelli, Simone, ha voluto dire qualche parola, con una voce rotta dall’emozione, ma con tanta forza e tanto amore: “Vi prego di non mettervi mai e poi mai alla guida ubriachi. Due birre in meno non valgono una vita. E quando tornate a casa abbracciate le vostre famiglie e dite loro quanto le amate. Io avrei voluto farlo più spesso con Roberta“.

Poco dopo l’uscita del feretro, la banda ha intonato un nuovo brano e infine dei palloncini di colore giallo e bianco sono stati fatti volare nel limpido cielo azzurro.

Guarda la fotogallery:

Più informazioni su