vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Protesta dei dipendenti Cotir all’Aquila, chiedono fondi per la programmazione

Più informazioni su

L’AQUILA.  Questa mattina mobilitazione dei dipendenti del Cotir di Vasto, senza stipendi da mesi, davanti alla sede del Consiglio regionale all’Aquila.  Insieme a loro c’erano anche i dipendenti dei centri di ricerca Crab e Crivea. Circa cinquanta lavoratori chiedono alla regione l’approvazione della legge di riordino e fondi per far ripartire la programmazione.  Alla protesta hanno preso a parte anche 57 dipendenti dell’Ara, associazione regionale allevatori, che sono senza spettanze da 33 mesi. Anche loro chiedono alla regione un intervento immediato.

Nei giorni scorsi l’ex presidente del Cotir Alberto Amoroso era intervenuto sulla questione dichiarando: “Purtroppo devo constatare a malincuore  che in questi due anni, dove il sindacato si è letteralmente piegato alla volontà della Regione e di D’Alfonso, poco e nulla si è programmato per far uscire il Centro di Ricerca fuori dalla criticità economica finanziaria. Nonostante le diverse e tante difficoltà  in passato siamo riusciti ad attivare le Misure del Psr affinché il Cotir continuasse a vivere e prendere commesse. Oggi, dopo tante promesse e illusioni, nulla o quasi niente è stato fatto visto che la Regione Abruzzo di centrosinistra ha palesemente manifestato poco interesse al sud dell’Abruzzo e molto interesse invece nel risolvere altre vertenze. Pertanto mi auspico una presa di posizione forte da parte della Regione visto che esiste ferma in un cassetto una legge di riordino pronta per salvare le competenze e i lavoratori dei Centri di ricerca abruzzesi. Infatti sa sempre è stato spiegato che solo un fondo di rotazione ad hoc da iscrivere nel bilancio regionale può dare continuità e futuro alla ricerca”

Più informazioni su