vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pantalonificio Gissi: un tavolo tecnico per agevolare l’ingresso di nuovi imprenditori

Più informazioni su

GISSI. Venerdì scorso presso il Ministero dello Sviluppo Economico si è tenuto un incontro per il sito di Gissi dell’azienda Canali S.p.a. Erano presenti Chiara Cherubini del Ministero dello Sviluppo Ecconomico, il Vice presidente della Regione Abruzzo Giovanni Lolli, Renzo Iride della Regione Abruzzo , Michele Modesto della Provincia di Chieti, Matteo Bondavalli , Gianamedeo Comi e Roberto Libbi per Canali, Giuseppe Fontana di Confindustria Chieti-Pescara e le segreterie nazionali e territoriali di Femca – Cisl, Filctem-Cgil, Uiltec-Uil, unitamente alle Rsu.

In apertura dell’incontro Bondavalli ha confermato la volontà dell’azienda di cessare l’attività della linea di produzione di pantaloni nel sito di Gissi con conseguente esubero di 96 unità produttive.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, la Regione Abruzzo e le OO.SS. hanno chiesto all’azienda , in virtù dell’importanza rivestita dal Gruppo Canali per il Made in Italy e per il settore tessile di farsi parte attiva nel favorire la reindustrializzazione del pantalonificio di Gissi e di fornire allo stesso tempo rassicurazioni di continuità produttiva per la parte rimanente.

Il Vicepresidente Lolli in particolare ha proposto la creazione di un tavolo tecnico tra la Regione Abruzzo e l’azienda Canali per individuare e definire le migliori condizioni all’ingresso di nuovi imprenditori.

Il Vicepresidente Lolli ha proposto allo stesso tempo alle organizzazioni sindacali di lavorare insieme alla costruzione di un accordo che preveda meccanismi di incentivazione per i nuovi imprenditori che si impegnino a sviluppare un progetto imprenditoriale che comprenda il riassorbimento degli esuberi del pantalonificio Canali. Dopo ampia discussione , l’azienda Canali ha dichiarato che si impegna a: garantire l’impegno per la propria permanenza a Gissi anche attraverso nuovi interventi di efficentamento dell’unità produttiva ricorrendo ad incentivi da valutare insieme alla regione Abruzzo in un incontro che si terrà nel prossimo mese di settembre ; qualora si creassero le condizioni di mercato ad un incremento della produzione delle giacche nel sito di Gissi, l’azienda si impegna a valutare il riassorbimento degli esuberi del pantalonificio al suo interno. Valutare insieme alla Regione Abruzzo nuovi progetti tesi a valorizzare la professionalità dei dipendenti del pantalonificio del sito di Gissi e le eventuali condizioni di favore e di meccanismi di incentivazione per agevolare l’ingresso di nuovi imprenditori con preferenza verso le soluzioni che prevedano il riassorbimento degli esuberi del pantalonificio.

Più informazioni su