vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

All’Aragona la Vastese stende il Chieti con un netto 4-0

Più informazioni su

VASTO. All’Aragona di Vasto nella prima di campionato della Serie D girone F, la Vastese ospita il Chieti in una partita sentitissima da società, città e tifoseria. Pubblico delle grandi occasioni e coreografia da brividi da parte della Curva D’Avalos. Prima della gara scontri tra tifoseria neroverde e forze dell’ordine, episodi riprovevoli che non vorremmo più commentare. Ad avvio gara un minuto di raccoglimento per la scomparsa del papà del direttore sportivo biancorosso, Pino De Filippis.

LA PARTITA. Dopo il fischio d’inzio, l’avvio è tutto di marca Vastese, con il Chieti impaurito e spaesato nella propria trequarti.

Al 15esimo la prima azione degna di nota. E’ Nicola Fiore a suonare la carica per i biancorossi. Il numero 10 con una veronica si libera di due avversari in area di rigore e prova la conclusione a giro con il suo mancino. La palla esce di un soffio, con Mecca spettatore immobile.

Al 25esimo punizione di Nicola Fiore, sponda di testa di Campanella, Cosenza da due passi non trova la porta. L’arbitro aveva comunque fermato il gioco per posizione irregolare del difensore biancorosso.

Al 28esimo altra palla gol per la Vastese sempre con Cosenza che di testa viene contratto sul più bello, palla deviata in angolo da un difensore neroverde.

Al 30esimo punizione di Fiore rasoterra, Mecca in un selva di gambe fa sua la sfera.

Al 34esimo cross dalla trequarti di Manisi, Di Pietro di testa manda alle stelle.

Al 35esimo clamorosa palla gol per Felici, che riceve in area di rigore, si gira, prende la mira, ma il palo salva il Chieti.

Al 38esimo Fiore ci prova dalla distanza, la palla deviata quasi inganna l’estremo difensore ospite.

Al riposo il risultato resta sullo 0-0, prima parte di gara dominata dai biancorossi a cui è mancato solo il gol. Chieti fin ora non pervenuto all’Aragona.

Nella ripresa il copione non cambia. La Vastese al sesto si procura un calcio di rigore con Prisco, steso in area di rigore. Sul dischetto va lo stesso numero 9, che spiazza Mecca e fa uno a zero. Festa grande in Curva D’Avalos per questo gol.

Passano sei minuti e la Vastese raddoppia. Conclusione da fuori di Felici, Mecca non trattiene con la palla che finisce sulla traversa. Arriva di gran carriera Fiore, che di testa sigla il 2 a 0. Partita in discesa per i biancorossi.

Al sedicesimo la Vastese cala il tris. Felici ci prova a giro da fuori, la palla si stampa sulla traversa. La palla finisce a Cosenza che da lì non può sbagliare. Il numero 7 sigla la terza marcatura e corre sotto la D’Avalos. Partita in cassaforte.

Al 24esimo azione bellissima della Vastese, tutta di prima e tutta palla a terra. La sfera finisce a Prisco, che incrocia con il sinistro. Mecca ci mette una pezza deviando in angolo.

La Vastese non è paga e continua  a spingere. Al 29esimo Manzo dal limite prende la mira e con un preciso diagonale batte un non impeccabile estremo difensore del Chieti.

Al 42esimo primo tiro in porta del Chieti con Perna. Il numero 14 prova sorprendere Russo da fuori, che fa buona guardia e blocca in presa alta. Dopo tre minuti di recupero arriva il triplice fischio dell’arbitro. La Vastese  porta a casa i primi tre punti della stagione con una vittoria roboante e contro un Chieti in netta difficoltà per tutta la gara.

Le Formazioni:

VASTESE CALCIO:  1 Russo,  2 Manisi,  3 Mensah,  4 Di Pietro,  5 Allocca, 6 Campanella, 7 Cosenza, 8 Manzo, 9 Marinelli, 10 Fiore, 11 Felici; A disposizione: 12 Marconato, 13 Mancino, 14 Tafili,  15 Ciko, 16 Di Domenico, 17 Scutti, 18 Polisena, 19 Colitto, 20 Marinelli. Allenatore: G. Colavitto.

CHIETI:  1 Mecca,  2 Albanese,  3 Tuccia,  4 Fioravanti A.,  5 Trozzo, 6 Fusaroli, 7 Adiansi, 8 Arcaleni, 9 Fioravanti M, 10 Volpe, 11 Gallo; A disposizione: 12 Zaccagnini, 13 Lanni, 14 Perna,  15 Spugnetti, 16 Ottavi, 17 Santangelo Allenatore: Orlando.

ARBITRO: Cascella di Bari;

RETI: 8’st Prisco(rig.), 12’st Fiore, 17’st Cosenza, 30’st Manzo;

NOTE: Spettatori : 1700; Ammoniti: Di Pietro e Mensah(V), Trozzo e Perna(C) ; Angoli: 7-0; Recupero: 2’ e 3’.

Guarda la fotogallery:

Più informazioni su