vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sicurezza nelle scuole, Cappa presenta interrogazione

Più informazioni su

 

VASTO. Il Consigliere comunale Alessandra Cappa interviene in merito alla sicurezza nelle scuole cittadine. “Premesso che la Salute e la Sicurezza sono diritti fondamentali e irrinunciabili di ogni studente -dichiara Alessandra Cappa- che, pertanto, gli edifici scolastici devono garantire, agli studenti, agli insegnanti e a tutte le persone che, a vario titolo, si trovano nelle scuole, la permanenza in totale sicurezza;

  1. Che gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria in materia di edilizia scolastica spettano all’Amministrazione comunale, almeno per quanto concerne le scuole dell’infanzia, elementari e le scuole medie;
  2. Che, nella nostra Città, vi sono numerosi edifici scolastici bisognosi di interventi di varia natura, anche di ristrutturazione ed adeguamento, tra i quali, a titolo di esempio, si ricordano la Scuola Media Rossetti, addirittura priva di scala antincendio, e la Scuola Media Paolucci, afflitta da numerosi problemi;
  3. Che, al di là dei gravi e recenti eventi sismici, la sicurezza scolastica deve essere considerata materia “quotidiana” e non evocata solo in occasione di eventi straordinari, in quanto ciò consentirebbe di superare la miope logica dell’emergenza;
  4. Che, infatti, gli adempimenti strutturali, impiantistici ed ambientali riguardanti le scuole, prima ancora che un obbligo di legge, devono essere considerati un dovere civico e morale di ogni Amministrazione avente, quale obiettivo a breve termine, la sicurezza sostanziale, e quale obiettivo a lungo termine, la sensibilizzazione e il coinvolgimento di tutti gli interessati nei confronti di una questione sociale di enorme rilevanza;
  5. Che l’attuale Amministrazione ha inteso impegnare i propri fondi per il rifacimento degli intonaci di alcuni edifici scolastici e per il controllo degli stessi, senza indicare un progetto a lungo termine che tenga conto dell’importanza della materia stessa;

Tutto ciò premesso, si chiede agli Organi in indirizzo: se la predisposta ricognizione degli edifici scolastici è finalizzata alla redazione, e successiva attuazione, di un programma di interventi che tenga conto delle priorità emergenti dalla ricognizione stessa;

  • Se all’esito della verifica sugli edifici scolastici l’Amministrazione intenda adeguare gli stessi ai requisiti strutturali, impiantistici e ambientali previsti dalle leggi vigenti, ciò al preciso fine di superare la logica dell’emergenza e approdare ad una logica di sistema che tuteli, quotidianamente, ed a prescindere dagli eventi straordinari, la sicurezza dei ragazzi nelle scuole;
  • Quali somme sono state impegnate nel bilancio appena approvato per perseguire l’obiettivo della sicurezza e quali saranno a tal fine destinate nel prossimo bilancio.

Si chiede che all’interrogazione venga fornita risposta con la massima urgenza considerati i tempi e la materia trattata”.

 

Più informazioni su