vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Decollo dell’acquisto dei testi usati, +8,74% rispetto al 2015

Più informazioni su

VASTO. “Il ‘Mercatino del Libro di Testo Usato’ è l’esempio delle parole che si trasformano in fatti, in azioni, nel caso specifico rappresenta la concretizzazione di quella che è la battaglia contro le case editrici che speculano sui libri di scuola, e la risposta alla richiesta di aiuto che le famiglie avanzano per risparmiare sull’acquisto dei testi scolastici e per recuperare soldi spesi per garantire ai propri figli il diritto allo studio, in un Paese nel quale viene affermato un diritto ma di fatto non viene garantito”.

 

Così Marco di Michele Marisi, Responsabile di ‘Giovani In Movimento’, il sodalizio dei giovani del centrodestra vastese e promotore del ‘Mercatino del Libro di Testo Usato’, la struttura di vendita e conto vendita senza fini di lucro di testi scolastici di seconda mano, la cui 42esima edizione ha chiuso i battenti lunedì scorso, come da regolamento consegnato e letto ad ogni utente.

Parla di “crescita costante di chi decide di acquistare i libri di scuola usati” di Michele Marisi “unitamente all’aumento delle persone che consegnano in conto vendita i testi che non utilizzano più, segno inequivocabile di una crisi economica che avanza, ma anche frutto della consapevolezza che ogni libro di seconda mano acquistato è di fatto un gesto rivoluzionario contro chi, case editrici e spesso rappresentanti e docenti compiacenti, sfrutta il bisogno per realizzare guadagni facili” ha proseguito il Responsabile di ‘Giovani In Movimento’ che ha poi snocciolato i numeri della edizione 2016 del ‘Mercatino del Libro di Testo Usato’.

I numeri.  “L’aumento percentuale di testi venduti in questa edizione rispetto a quella dello scorso anno è pari all’8,74%” è sceso nello specifico il promotore del ‘Mercatino del Libro di Testo Usato’, sottolineando come sia “aumentato anche il numero di persone che ha scelto di consegnare in conto vendita i testi scolastici: 975 utenti. Testi scolastici messi in vendita per un totale di 9.407; quelli venduti, invece, sono stati 5.516. Altissimo il numero di presenze totali, cioè calcolato tra chi ha messo in vendita libri, chi li ha acquistati e chi, anche da fuori regione, è venuto a visitare la struttura: si tratta di 4.729 persone”.

“Numeri importati e crescita che da una parte certificano il perfetto funzionamento di una iniziativa che tra l’altro è resa possibile grazie a volontari, dall’altra sicuramente denotano un bisogno di risparmio da parte delle famiglie” ha detto di Michele Marisi il quale ha concluso chiedendo ancora una volta a docenti e dirigenti scolastici “serietà al momento dell’adozione dei testi scolastici, perché vedere nelle liste dei libri da acquistare nuove edizioni de ‘La Divina Commedia’ e de ‘I Promessi sposi’, non fa sorridere, ma indignare”.

 

 

Più informazioni su