vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vastese, Colavitto: “Contro il San Nicolò diremo la nostra” – Video

Più informazioni su

VASTO.  Vigilia serena in casa Vastese in vista della sfida infrasettimanale contro il San Nicolò. Alla rifinitura tutti presenti, anche se alcuni giocatori non sono al meglio come Vito Marinelli alle prese con un attacco influenzale e Giampiero Di Pietro che ha riportato una leggera contrattura nell’ultimo allenamento. Domani si saprà se i due saranno della partita oppure no. Si tratta di un derby d’alta quota e dalle importanti aspettative. Colavitto dal canto suo si dice sereno e che la squadra all’Aragona dirà la sua: “Rispettiamo il San Nicolò, squadra allestita per vincere e di cui conosco allenatore e diversi giocatori, ma noi diremo la nostra”.

Guarda il video a cura di Federico Cosenza:

Mister Colavitto, il trittico di sfide in otto giorni si è aperto con il pari di Alfonsine, il pareggio l’ha soddisfatta o si poteva fare di più?

“L’avevo già detto pubblicamente al termine del match, per noi è stato un punto importante, utile per muovere la classifica dando continuità alla nostra striscia di risultati utili, sono convinto che altre squadre domenica in campo avrebbero avuto difficoltà più grandi delle nostre”.

Numeri tra i vari reparti in controtendenza nelle ultime domeniche, l’attacco per la prima volta non è andato in gol mentre c’è una porta inviolata da tre domeniche, questione di tattica o pura casualità?

“Dell’attacco non mi preoccupo, solo ad Alfonsine si è creato poco ma in tutte le altre partite pur realizzando un solo gol a domenica di occasione ne abbiamo create tantissime ma non siamo stati bravi a sfruttarle, il mio credo è cercare la sintesi tra il non possesso e il possesso, ovvero quello che ti permette di essere equilibrato, di trovare una coscienza collettiva e noi pur avendo creato un nuovo gruppo in estate con il duro lavoro l’abbiamo già trovata”.

Domani super sfida, Vastese terza e chiamata ad affrontare i teramani secondi e imbattuti da undici giornate, che sfida dovremo aspettarci?

“Abbiamo enorme rispetto per il San Nicolò realtà costruita fin dall’inizio per la lotta al vertice, stanno confermando le aspettative ma noi scenderemo in campo sereni, in casa nostra abbiamo voglia di gioire ancora”.

Con le prime quattro in classifica racchiuse in appena due punti la sfida di domani è un crocevia fondamentale per la stagione?

“Non ancora archiviamo il girone d’andata, è ancora troppo presto per parlare di sfide decisive, restiamo attaccati ai piani alti e questo ci soddisfa dovendo fare i conti con i nostri avversari pronti a galvanizzarsi quando ci affrontano all’Aragona, ecco perché a noi tocca dare sempre il 120% delle nostre possibilità anche quelle mentali, non solo tecnico tattiche”.

Non sarà in panchina perché squalificato ma il tecnico dei biancazzurri Massimo Epifani è una sua vecchia conoscenza avendolo avuto da giocatore qualche stagione fa, contento di ritrovarlo come avversario in una sfida così prestigiosa?

Massimo l’ho avuto da giocatore quando sedevo sulla panchina del Miglianico, gli faccio i complimenti per quello che sta facendo con il San Nicolò dove ci sono altri due elementi avuti alle mie dipendenze come Bisegna e Chiacchiarelli ma ora a Vasto mi godo i miei ventuno ragazzi che mi stanno dando tanto, stiamo portando avanti un lavoro d’equipe”.

Dopo aver ruotato qualche elemento nelle ultime domeniche è pronto a ripresentare il suo undici tipo o domani dovremo attenderci ulteriori novità pensando anche alla sfida di domenica?

“Al match contro la Civitanovese inizierò a pensarci da domani sera, per sfidare il San Nicolò manderò in campo il miglior undici, ho ancora un paio di punti interrogativi dettati dallo stato di salute, la notte porta consiglio, domani mattina farò le scelte definitive”.

Più informazioni su