vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Andrea Iannone: “E’ stato un anno intenso, con momenti emozionanti e duri”

Più informazioni su

VASTO.  Per Andrea Iannone quello appena trascorso è stato un anno ricco di emozioni. Un anno in cui è arrivata la prima vittoria in MotoGp, ma anche un brutto infortunio e soprattutto l’anno in cui il pilota vastese ha deciso di salutare la Ducati dopo stagioni entusiasmanti.

LA STAGIONE. Il 2016 per il numero 29 parte male. Subito un ritiro in Qatar, dopo una scivolata mentre si trovava in lotta per la prima posizione. In Argentina le cose non vanno meglio, qui travolge il suo compagno di squadra mentre era in bagarre per il podio. Ad Austin finalmente va a punti, agguantando un prezioso terzo posto nonostante sia partito con tre posizioni di penalizzazione dopo l’incidente argentino. A Jerez parte dall’undicesima posizione e termina la gara settimo.In Francia ancora una caduta ed è nuovamente costretto al ritiro. Il pilota vastese torna a sorridere al Mugello, dove fa registrare il giro più veloce, ma sopratutto torna sul podio. In Catalogna arriva la quarta caduta su sette gare. Travolge Lorenzo e viene penalizzato per Assen. In Olanda e Germania va meglio, qui prende due quinti posti.

Iannone è in crescita e lo dimostra in Austria, dove ottiene  la sua prima vittoria in MotoGP, e fa tornare alla vittoria la Ducati dopo 6 anni di astinenza.  La gioia dura poco, infatti a San Marino si infortuna nelle prove libere e sarà costretto a saltare questa gara oltre a quelle di Aragon, Giappone e Australia. Il vastese rimedia purtroppo una frattura alla terza vertebra dorsale e viene sostituito in Giappone da Michele Pirro e in Australia da Hèctor Barberà. Torna per l’ultima gara della stagione a Valencia dove giunge terzo, concludendo la stagione al nono posto con 112 punti.

Iannone ha commentato così questo 2016:

E’ stato un anno davvero intenso. Ho vissuto momenti emozionanti ma anche momenti duri, ed ho capito che anche davanti a grandi difficoltà bisogna sempre essere forti e maturi, cercando di andare sempre più veloce di prima. Ho capito che nulla è mai perso e tutto è ancora possibile.
Ci sono stati momenti indimenticabili; fatti di vittorie, di sconfitte, e di ”amore”. Ho sofferto, ho gioito e sono cresciuto ancora un po’. I momenti difficili mi hanno aiutato a dare maggior importanza a quelli belli ed ho capito che davanti ad ogni ostacolo impariamo sempre qualcosa di nuovo.

Voglio augurare a tutti un fantastico 2017, per me inizierà una nuova, emozionante avventura…”

Queste le parole del pilota vastese, pronto e voglioso di tornare presto in pista con la Suzuki.

Più informazioni su