vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Bucciarelli: la débâcle, il Pd in questo territorio sta morendo

Più informazioni su

VASTO. “Nel vastese, ma direi che è una caratteristica dell’intera provincia di Chieti, c’è un Partito Democratico un po’ bizzarro, con un pensiero ossessivo che l’affligge : abbattere chi non la pensa come “loro”. Una logica -dice Angelo Bucciarelli- che ci fa vergognare di questo territorio. È l’unico obiettivo. Tutto il resto non conta.
Non conta lo sviluppo, che si è inceppato, ormai da quasi un decennio; non conta il territorio che frana, con strade in condizioni post bellica; non conta la disattenzione verso un’area che ha fame di diritti: diritto a un’assistenza dignitosa, diritto al lavoro, diritto ad un ambiente pulito.
Non contano le idee. Conta solo la salvaguardia del loro interesse personale. Conta solo la loro autoreferenzialità, perché da questa traggono la loro sopravvivenza.
Il Pd, in questo territorio, sta morendo. Ormai è un partito basato sul niente: non un pensiero, non una idea nuova. Solo un’idea di occupazione. È un partito con una classe dirigente che si compiace di se, avvezza a utilizzare il cervello esclusivamente per organizzare agguati verso chi la pensa in modo diverso. È la sindrome di Willy il Coyote che, per afferrare il corridore della strada, beep beep, con grandissimo ingegno, costruisce trappole con esplosivi sempre più improbabili e fantasiosi finendo immancabilmente contro una parete, o cadendo in un dirupo. E così è finita a San Salvo(ma vale anche per altre realtà della provincia), spiaccicati a terra sotto le ruote di una betoniera.
È tutta gente che sulla caccia al nemico interno ha costruito una professione, non avendo avuto in tanti anni di “sana e onesta” organizzazione di agguati una sola idea che desse slancio a questo territorio.
Quand’è che se ne andranno questi “capetti” che litigano anche con la sintassi? E quando se ne andranno quelli che li sorreggono? Poveri illusi! No, non se ne andranno, non almeno così facilmente, dovremo ancora impegnarci un po’.
C’era una volta il Pd, che aveva ambizioni di governo e capacità di dialogo, oggi assistiamo a una triste fine, quella di Willy il Coyote”.

Più informazioni su