vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

I 10 dubbi di Bucciarelli per il rinnovamento del sistema informatico del Comune

Più informazioni su

 

VASTO. Angelo Bucciarelli  interviene sulle due discusse determine del sistema informatico del Comune di Vasto. “Lo sappiamo, per amministrare una città come Vasto, di 45mila abitanti, si ha la necessità di sviluppare uno stile di governo improntato sulla trasparenza, credibilità e partecipazione. Elementi fondamentali -dice Bucciarelli- per contrastare gli interessi di parte, i personalismi, gli immobilismi di parte, gli intrecci affaristici. È fondamentale che un’amministrazione che voglia ben amministrare con trasparenza organizzi la macchina amministrativa e si munisca di un buon sistema informatico che “ampli l’offerta dei servizi ai cittadini” come recitano le determine n. 315 del 15/12/2016 e n. 32 del 15/03/2017. Bene!

Ma approfondendo la lettura di queste due determine -spiega Angelo Bucciarelli- sorgono dei dubbi. Dubbi che andrebbero fugati dal Sindaco Francesco Menna, in modo che ogni cittadino abbia un’immagine trasparente della cosa pubblica.

Dubbio 1

Perché si è deciso di rinnovare il sistema informatico del Comune di Vasto, visto che era già presente nell’Ente un sistema integrato ben collaudato gestito da Dedagroup?

Dubbio 2

È vero che sono stati messi a disposizione di una certa ditta, “Studio K srl”, gli archivi informatici dell’ente, pur non avendo titolo a prendere visione di tali archivi, essendo essi tutelati dalla privacy, in quanto contenenti dati sensibili? Se è vero, su indicazioni di chi?

Dubbio 3

Perché l’avviso pubblico di “manifestazione di interesse”, datato 15/12/2016, per euro 39.600, è stato pubblicato solo per otto giorni, durante il periodo natalizio, nel corso del quale si scopre che sul mercato non esistono concorrenti(ma così non è, visto che Dedagroup già gestiva il servizio), oltre lo “Studio K srl”?

Dubbio 4

Perché vengono assegnate all’unico partecipante, “Studio k srl”, il 27/12/2016, dopo appena 4 giorni dal ritiro dell’avviso dall’albo pretorio, una parte dei moduli del servizio? Non sarebbe stato più trasparente, magari anche più conveniente, mantenere pubblicato l’avviso un periodo più lungo per acquisire altre offerte?

Dubbio 5

È abituale questa procedura, viene sempre fatta in questo modo, oppure solo in questa circostanza?

Dubbio 6

È possibile che la determinazione dirigenziale n. 32 del 15/03/2017 sia stata assunta senza stanziamento di bilancio (bilancio approvato solo in data 28/03/2017)?

Dubbio 7

È possibile che l’impegno di spesa venga assunto solo in data 02/05/2017(a spesa già avvenuta), allorquando è stato inserita, in sede di bilancio, la cifra di euro 100mila, cioè giusto l’importo necessario?

Dubbio 8

È possibile che la determina n. 32 del 15/03/2017 non sia stata mai pubblicata all’albo pretorio, visto che la copia della determina in mio possesso non riporta il numero di raccolta generale? È possibile che sia stata una dimenticanza oppure si è voluto evitare curiosità fastidiose?

Dubbio 9

Perché l’ampliamento della gestione del sistema informatico è stato affidato direttamente allo “Studio K srl”(dopo l’affidamento del primo lotto di 39.600 euro, sotto soglia), nonostante la somma di 80mila euro inducesse a svolgere una procedura negoziata, previa consultazione di almeno cinque operatori economici, individuati sulla base di indagini di mercato nel rispetto del criterio di rotazione degli inviti, come recita le linee guida dell’ANAC(Autorità Nazionale Anticorruzione)? Perché non si sono acquisite almeno cinque offerte, per un confronto competitivo tra operatori economici selezionati e invitati?

Dubbio 10

Sarebbe stato possibile, sindaco Menna, preventivare sin dall’inizio di appaltare un servizio di 120mila euro, in modo da fare da subito una gara aperta a tutti, trasparente, con benefici immediati e importanti per l’ente e per tutti i cittadini Vastesi?

In sintesi e in conclusione, dando un’occhiata complessiva all’intera vicenda, appare che sull’intero mercato italiano non esiste concorrenza allo “Studio k srl”, solo esso può fare quel tipo di servizio in Italia, visto che ha risposto solo quella ditta. E Dedagroup è fuori mercato”.

Più informazioni su