vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Riapre la 365 di Bisenti, strada simbolo del terremoto 2017 foto

Più informazioni su

TERAMO. Riaperta la provinciale 365 nel tratto che attraversa l’abitato di Bisenti. Una strada simbolo del terremoto 2017, crollata a febbraio mentre era in corso un sopralluogo dei tecnici della Provincia, con la Protezione Civile e i Vigili del fuoco.

strada sistemata

Con la sua riapertura, alla presenza del governatore Luciano D’Alfonso, del sottosegretario alla Giunta regionale con delega alla protezione Civile, Mario Mazzocca, del sindaco di Bisenti, Enzo De Febis la Provincia ha inteso fare il punto sugli oltre 80 cantieri approntati in questi tre mesi: dalle strade alle scuole, con i fondi della ricostruzione, e in collaborazione con le Strutture commissariali, la Regione, la Dicomac, la Protezione civile e l’Anas. Oltre 22 milioni, solo per il ripristino della viabilità danneggiata, già anticipati dalla Provincia ai quali vanno ad aggiungersi i fondi straordinari Anas e Cipe.

A Bisenti, e poi nella sala consiliare della Provincia a Teramo, dove è stato presentato il portale georeferenziato dei cantieri “ReSet recovery, security, territory (utile strumento di informazione per cittadini e amministratori che possono controllare stato dei lavori e dei finanziamenti  vedi link   ReSet   https://goo.gl/4ama9o    anche in versione open data  http://dati.provincia.teramo.it/dati/lavori-ricostruzione) il Presidente regionale ha annunciato che l’Abruzzo chiederà al ministro Claudio De Vincenti di: “Anticipare i fondi per le ciclabili, alle quali non rinunciamo ma che sospendiamo per occuparci delle emergenze, ad uso della manutenzione straordinaria delle strade. Quaranta milioni ripartiti per ordine di priorità: 12 a Chieti, 11 a Teramo, 10 a Pescara e 8 a L’Aquila. La Provincia di Teramo ha portato a termine in tempi record interventi importanti dimostrando che sono enti di raccordo indispensabili e che il Governo deve sciogliere al più presto il nodo istituzionale che si è creato dopo il referendum del 4 dicembre scorso”.

D’Alfonso ha anche anticipato che è in dirittura d’arrivo il provvedimento del Governo a favore dei privati danneggiati dal maltempo: circa 100 milioni di euro.

Alla presentazione della mappa sui cantieri della ricostruzione sono intervenuti fra gli altri l’onorevole Giulio Sottanelli, la prefetto, Graziella Maria Palma Patrizi e Laura Pratesi della Questura di Teramo, l’assessore regionale Dino Pepe. Presenti anche numerose delegazioni locali della protezione Civile, del Soccorso Alpino, dei volontari che durante e dopo l’emergenza sono stati “indispensabili sia per le istituzioni che per i cittadini”come ha sottolineato il presidente Di Sabatino ringraziando anche la struttura tecnica e amministrativa dell’ente: “perchè è chiaro che questo risultato è oltremodo significativo in considerazione della situazione nella quale versano le Province, con la metà dei dipendenti e senza

Più informazioni su