vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Arci Vasto, concluse le numerose attività del progetto Chiamata alle Arti

Più informazioni su

VASTO. Si sono concluse anche quest’anno le attività dei Laboratori di Esferodinamia  e consapevolezza attraverso il movimento e di Fumetto ed arti grafiche proposte dall’associazione ARCI VASTO nell’ambito del Progetto Chiamata alle Arti del Comune di Vasto, inserito nel Piano Sociale di Zona con l’obbiettivo di favorire l’inserimento di minori immigrati con la realizzazione di laboratori creativi con partecipazione sia dei minori immigrati che italiani.
Il Laboratorio di Esferodinamia  e consapevolezza attraverso il movimento , docente Gisela Fantacuzzi, coreografa e danzatrice professionista di origine argentina, si è svolto anche durante il ciclo scolastico 2016-2017 nelle Scuole Primarie G. Spataro e Sant’ Antonio con una piena riuscita nello svolgimento delle attività e nel coinvolgimento dai partecipanti, che hanno potuto sperimentare la piacevolezza del movimento consapevole accogliendo l’invito a rilassarsi nei momenti di maggior bisogno, creando un ambiente perfetto per l’apprendimento naturale e organico attraverso l’ascolto del proprio corpo. Il laboratorio propone l’uso ludico e terapeutico dell’Esferodinamia e della “Consapevolezza attraverso il Movimento” come mezzo di integrazione fisica ed emotiva per i ragazzi: incrementando il livello di percezione del proprio corpo, realizzando movimenti più ampi e consapevoli, incentivando i ragazzi a esprimersi in maniera autentica. L’ Esferodinamia, è una tecnica di Educazione Somatica, che stimola la percezione e le possibilità di movimento del corpo, utilizzando le sfere elastiche come elemento di mediazione e stimolo. La Consapevolezza Attraverso il Movimento (Metodo Feldenkrais) è una pratica di movimento dolce, guidato e non forzoso, che porta la persona verso la consapevolezza delle proprie abitudini motorie.
Un laboratorio che, svolgendosi sul territorio da 5 anni è diventato un punto di riferimento importante nella formazione dei giovanissimi studenti vastesi, con l’obiettivo di permetter loro di sviluppare la propria capacità motoria e personalità attraverso la coscienza del proprio corpo; trovando una via alternativa di comunicazione attraverso il gioco e il movimento espressivo e riuscendo a dominare situazioni di limitazione o carenza. Il laboratorio di fumetto,docente Franco Sacchetti vignettista di livello nazionale con varie pubblicazioni edite, attivo dall’anno scolastico 2008/09 in varie Scuole Primarie del territorio, si è intitolato quest’anno “C’era duna volta”, con il coinvolgimento di tre classi del quinto anno, sezioni A,B e D, e due classi del quarto anno, sezioni D ed E, della Scuola Primaria Luigi Martella, Istituto Comprensivo “G. Rossetti”. Nell’obiettivo di accompagnare gli alunni in una riflessione creativa sul tema dell’ecologia, e della responsabilità civile nei confronti dell’ambiente, in particolare gli ambienti dunali e costieri della Riserva Naturale “Marina di Vasto” da indirizzare e interpretare creativamente attraverso il fumetto.
Le attività, sono cominciate con un incontro preliminare nel quale la proiezione di filmati riguardanti la Riserva di Punta Aderci, il Fratino e altri uccelli migratori dell’ambiente costiero. Particolarmente toccante è stata la proiezione del film “Il popolo migratore” che racconta la storia delle migrazioni di uccelli attraverso il globo terrestre, e la loro capacità di adattamento e integrazione in ambienti tanto diversi, una analogia con la società umana quantomai importante laddove i principali fruitori del progetto Chiamata alle arti sono gli alunni stranieri. Prima delle vacanze di Pasqua si è organizzata, grazie anche alla collaborazione del Comune, una gita didattica , nel corso della quale gli alunni delle tre quinte coinvolte hanno potuto seguire dal vivo le orme del fratino e osservarne da vicino una nidificazione, ammirare la bellezza delle fioriture primaverili in spiaggia, disegnare dal vero, tra le dune, alcune specie di flora psammofila.
Nei lavori elaborati dai ragazzi, alcuni organizzati anche in una pregevole presentazione Powerpoint, traspare una partecipazione entusiastica alle tematiche e ai lavori proposti e una presa di consapevolezza della possibilità di partecipare -soprattutto negli alunni stranieri- alla vita sociale in maniera attiva nella difesa della natura che è un patrimonio delle nuove generazioni, e nella difesa dei diritti degli animali che non hanno possibilità di farsi sentire se non attraverso la nostra voce. Anche le insegnanti hanno partecipato attivamente agli incontri di laboratorio e sono rimaste positivamente colpite della capacità di coinvolgimento che il linguaggio del fumetto ha con gli alunni, soprattutto con quelli che hanno difficoltà ad esprimersi attraverso la parola scritta o parlata, come può essere il caso di studenti stranieri.
I lavori degli alunni della “Luigi Martella” sono stati poi presentati pubblicamente, insieme ai risultati del progetto “Fra onde e sabbia” svolto dall’Istituto tecnico “F. Palizzi” e dedicato sempre alla Riserva Naturale Marina di Vasto il giorno 11 Giugno, presso il Biotopo Costiero di San Salvo, nell’ambito della manifestazione “Generazione mare” indetta dal WWF, alla presenza dell’assessore all’ambiente Paola Cianci e di rappresentanti degli Enti di gestione della Riserva “Marina di Vasto”.

Più informazioni su