vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Carinci: “Presentato esposto in Procura su sistemi informatici del Comune”

Più informazioni su

VASTO. Conferenza stampa del Movimento 5 Stelle su l’emergenza idrica nel vastese e su un esposto presentato in Procura, nello scorso mese di luglio, dagli attivisti pentastellati  e riguardante i nuovi sistemi informatici del Comune di Vasto. Per quanto concerne la prima questione Dina Carinci ha affermato:

“L’emergenza idrica non è solo ad agosto, a Vasto l’acqua manca anche d’inverno, si tratta di un’emergenza che adesso è diventata insostenibile, ma che c’è sempre. Ho ricordato come la denuncia fatta dal Sindaco di Furci sulle perdite nel centro del paese e quella copiosissima perdita d’acqua che ha interessato contrada San Tommaso a Vasto Marina, dove le dune  sono state impraticabili per mesi, risalgono a molto tempo fa. Abbiamo verificato come i cittadini si trovino davanti ad una doppia beffa pagare le autobotti che riforniscono gli autoclavi e poi pagare l’acqua che passa per le condotte e quindi per il contatore”.

Sono diverse le domande che gli attivisti pentastellati rivolgono all’Amministrazione comunale ed alla Sasi e su cui si auspicano di avere risposte in tempi brevi:  Quali controlli sono stati effettuati dal Comune di Vasto tenendo conto che lo stesso, partecipando al capitale, può esercitare controlli su atti di gestione? La Sasi effettua controlli per verificare se ci sono allacci abusivi alla rete? Gli aumenti tariffari del 2011 sono stati utilizzati per effettuare degli interventi sulla rete? Se si, quali? E fondi del Masterplan sono stati usati? Chi rimborsa i cittadini che hanno pagato le autobotti durante l’emergenza idrica e soprattuto ora che sono state messe a disposizione gratuitamente chi bisogna chiamare e da dove vengono?

Altra questione toccata in conferenza stampa è sta quella riguardante  gli esposti presentati in Procura e all’Anac  e sui i quali la Carinci si è espressa così:

“Siamo intenzionati a sapere se ci sono delle responsabilità penali in ordine all’acquisto dei servizi informati per il Comune di Vasto. L’auspicio è che non ci siano queste responsabilità. ma le cose devono essere fatte con trasparenza e i cittadini devono sapere quello che accade all’interno del Comune di Vasto. Noi dallo scorso ottobre siamo stati molto attenti alla questione, cioè da quando è uscita una delibera di giunta dalla quale emergeva l’intenzione della Giunta di sostituire i servizi informatici comunali unificando il servizio mediante l’utilizzo di un unico software. Quando ci siamo accorti che la procedura di acquisto di questi software era stata frazionata  con un acquisto fatto a dicembre ed uno a marzo allora ci siamo un attimino  allarmati e abbiamo ritenuto opportuno dover interessare sia la Procura che l’Anac  affinché questa questione venga definitivamente chiarita”.

A margine dell’incontro Dina Carinci ha voluto ringraziare l’ attivista Carmela Grippa che ha condotto diverse ricerche e studi in merito agli argomenti discussi in conferenza stampa.

Più informazioni su